×

Salvini contro Galli: “Con lui avremmo perso migliaia di posti di lavoro”

Salvini contro Galli: “Con lui avremmo perso migliaia di posti di lavoro. Mi ricorda 'Non ci resta che piangere': ricordati che devi morire”

Matteo Salvini e Bianca Berlinguer

Matteo Salvini non si lascia scappare l’occasione di esprimere un giudizio non proprio lusinghiero contro l’atteggiamento del professor Massimo Galli in tema di riaperture e misure di allentamento delle restrizioni anti covid: “Con lui avremmo perso migliaia di posti di lavoro”.

Il leader della Lega ha voluto ironizzare ma non troppo sull’atteggiamento assunto dall’infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano nel corso della trasmissione Cartabianca. E ha voluto farlo inserendosi nel canovaccio che aveva visto il professor Galli fare il suo intervento subito prima di lui in trasmissione.

Salvini contro Galli: “Una ventata di ottimismo, la sua. Con lui avremmo perso migliaia di posti di lavoro”

E Salvini ha commentato così: “Ho sentito la ventata di ottimismo del professor Galli, mi ricorda Non ci resta che piangere… ‘ricordati che devi morire‘…”.

Insomma, che fra le linee e le vedute dei due ci fosse una distanza notevole era chiaro fin dai giorni “candi” di fine aprile, quando il tema delle imminenti riaperture aveva tenuto banco nel mondo della politica, dell’esecutivo, dei media e ovviamente dell’opinione pubblica.

Salvini contro Galli: “Avremmo perso migliaia di posti di lavoro”. Politico contro tecnico

Ovviamente quella distanza è “figlia” anche dei rispettivi ruoli: da un lato Salvini, che è membro “di lotta e di governo” dell’esecutivo Draghi, dall’altro il professor Galli, che in quanto tecnico ha sposato da tempo la linea della cautela.

Della cautela e della “depurazione” catodica, visto dopo una innumerevole serie di comparsate tv l’infettivologo si era concesso due settimane di silenzio stampa. Poi era tornato agguerrito e convinto come non mai elle sue idee, tanto che ad inizio mese aveva espresso serissimi dubbi sulla possibilità che l’Italia arrivasse all’immunità di gregge grazie alla campagna vaccinale di queste settimane.

Salvini contro Galli: “Addio a migliaia di posti di lavoro, sarebbe stato un disastro”

E Salvini, che proprio in questi giorni ha ipotizzato che già da giugno possano scomparire le mascherine all’aperto, non si è fatto scappare l’occasione. Ha detto il leader del Carroccio a Cartabianca: “Se avessimo ascoltato il professor Galli non avremmo riaperto niente alla fine di aprile: bar, ristoranti all’aperto, niente”. Poi la chiosa: “Sarebbero saltati milioni di posti di lavoro. Per fortuna abbiamo permesso a tanta gente di tornare a lavorare, altrimenti sarebbe stato un disastro”.

Contents.media
Ultima ora