×

Salvini contatta Di Maio per far partire il Parlamento

Prove di dialogo ed intesa tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Il leader leghista ha affermato che si stanno valutando delle ipotesi

salvini

Prove di dialogo e intesa tra Lega e Movimento 5 Stelle. Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono in contatto e hanno discusso il da farsi dopo la vittoria delle elezioni 2018. Il leader leghista ha dichiarato che i presidenti delle Camere saranno stabiliti tutti insieme. Matteo Salvini afferma che verrà coinvolto anche il Pd, ma, spera, solamente per le cariche istituzionali. Al momento non ci sarebbero nomi, ma il capo della Lega afferma che si stanno valutando delle ipotesi.

Salvini contatta Luigi Di Maio

Lega e Movimento 5 Stelle sempre più vicini. Qualche mese fa sembrava improbabile se non impossibile. Invece, è lo scenario che si apre e si fa sempre più concreto a poche settimane dalla loro vittoria alle elezioni politiche 2018. Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono in contatto per discutere il da farsi.

Nessuna delle due parti può ignorare il successo elettorale dell’altra. Uno dei temi principali è quello delle Camere. Matteo Salvini ha dichiarato: “Con Di Maio ma come con Martina e Grasso, con la concordia di Meloni e Berlusconi stabiliamo tutti assieme chi saranno i presidenti delle Camere”. Verranno quindi coinvolti tutti, compreso il Pd. Tuttavia, per il Partito Democratico, Matteo Salvini si augura che, questo verrà coinvolto solamente per le cariche istituzionali e non per il governo. Ma dare una mano all’Italia è anche compito del Pd.

Matteo Salvini afferma che al momento non ci sono dei nomi. Tuttavia, dichiara anche che si stanno valutando delle possibili ipotesi. Per esempio, quelle dei leghisti Stefano Candiani e Erika Stefani, responsabile giustizia gradita a Forza Italia.

Questi due nomi sarebbero di gran lunga preferibili all’ipotesi Giulia Bongiorno, indigesta a Fi e soprattutto ai nomi di Paolo Romani e Roberto Calderoli, inaccettabili invece a larga parte del Movimento. C’è ancora lavoro da fare, ma la strada imboccata sembra essere quella ‘giusta’. D’altronde, qualcosa, per smuovere la situazione, si deve fare.

salvini

Luigi Di Maio

Contemporaneamente, Luigi Di Maio si è posto su una linea simile. Il leader pentastellato ha dichiarato che il Movimento 5 Stelle ha intenzione di dialogare con tutti, Lega compresa. Luigi Di Maio ha perciò riaperto i contatti con i principali esponenti di tutti i futuri gruppi. Il leader del Movimento 5 Stelle sottolinea però di aver sentito prima Maurizio Martina, Renato Brunetta, Giorgia Meloni, Pietro Grasso e successivamente anche Matteo Salvini. Con lui, “pur non affrontando la questione nomi e ruoli, le due parti hanno convenuto sulla necessità di far partire il Parlamento quanto prima scrive il capo politico dei 5 Stelle.

I contatti tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini erano già iniziati pochi giorni fa. Il leader del Movimento 5 Stelle aveva dichiarato su Facebook: “Ho ricordato a Salvini che il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica del Paese, con il 32% dei voti, pari a quasi 11 milioni di italiani che ci hanno dato fiducia, e che alla Camera abbiamo il 36% dei deputati. Per noi questa volontà è sacrosanta e vogliamo che venga rispecchiata attraverso l’attribuzione al MoVimento della presidenza della Camera dei Deputati. Questo ci permetterà di portare avanti, a partire dall’Ufficio di Presidenza, la nostra battaglia per l’abolizione dei vitalizi e tanto altro”.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche