×

Salvini e il reportage sulla stazione centrale di Milano

Condividi su Facebook
matteo salvini

Matteo Salvini gira “Benvenuti a Milanistan”: in una diretta su Facebook, il segretario della Lega filma la situazione della Stazione Centrale di Milano.

Matteo Salvini sa sicuramente come far parlare di sé, nel bene e nel male, nonostante i suoi discorsi spesso suonino un po’ come dei dischi rotti.

Stavolta la trovata è plateale: oggi, in diretta sulla sua pagina Facebook, Salvini ha ripreso i gruppi di immigrati che sostavano fuori dalla stazione centrale. Il “reportage” è intitolato sarcasticamente “Benvenuti a Milanistan” e dura circa una quindicina di minuti, durante i quali Salvini mostra la situazione in cui vertono i dintorni della stazione di Milano. Il segretario della Lega apostrofa i colleghi politici dei partiti avversari, esortandoli a recarsi sul luogo a verificare di persona cosa stia accadendo nelle nostre piazze.

Durante la diretta, Salvini ha commentato così le immagini: “Mettetevi nei panni di un turista che arriva in una della capitali europee, ogni giorno è così. […] L’Italia è il bengodi per chi non scappa dalla guerra ma vuol farsi gli affari suoi alla grande. Persone che campano alle spalle dei contribuenti, loro e soprattutto le cooperative che li mantengono […] questa è la cosiddetta accoglienza, bivacchi a cielo aperto, accoglienza made in Milano, made in Boldrini, made in Alfano.

[…] Questa non è accoglienza. Non può andare avanti così. Io non mollo.
Potete vedere il video dal sito dell’Ansa cliccando qui.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.