×

Salvini: “Putin non è un folle, approfitta della debolezze dell’Occidente”

Matteo Salvini e la spiegazione di quanto sta accadendo fra Russia ed Ucraina: “Vladimir Putin non è un folle, approfitta della debolezze dell’Occidente”

Matteo Salvini

Matteo Salvini lo ha ribadito ospite in studio a Porta a Porta: “Putin non è un folle, approfitta delle debolezze dell’Occidente”. Durante la trasmissione televisiva condotta da Bruno Vespa il leader della Lega è intervenuto sulla guerra in Ucraina ed ha ribadito la condanna dell’aggressione da parte delle truppe della Federazione Russa comandate da Vladimir Putin.

Ha spiegato Salvini: “Putin non è folle, è organizzato e approfitta delle divisioni dell’Occidente”.

Per Matteo Salvini Putin “non è un folle”

Il leader del Carroccio, che nelle ore scorse aveva visitato in segno di solidarietà l’ambasciata dell’Ucraina a Roma deponendo un mazzo di fiori, ha anche chiarito la linea politica del suo partito in un momento così delicato per l’Esecutivo, reduce per parte attinente dal Consiglio Supremo di Difesa convocato dal Capo dello Stato Sergio Mattarella.

Perciò Matteo Salvini ha confermato “pieno mandato a presidente Draghi, che ha mantenuto una posizione equilibrata”.

Nessuna distinzione politica di fronte alla guerra

E ancora, a scanso di equivoci terminali dopo le polemiche sulle sue passate attestazioni di stima a Putin: “Di fronte alla guerra, ai carri armati e alle persone in fuga non possono esserci distinzioni politiche“. In ordine alle iniziative pratiche da prendere subito il leader della Lega ha sottolineato l’esigenza di “organizzare i corridoi umanitari.

I civili in fuga vanno salvati”.

Contents.media
Ultima ora