×

Salvini risponde a Zan sul deputato leghista che ha baciato un uomo a Mykonos

Salvini risponde a Zan sul deputato leghista che ha baciato un uomo a Mykonos: "Questo vi dà l’idea della pochezza di certi personaggi"

Matteo Salvini a Milano con un commerciante

La passerella di Milano e della campagna elettorale per il voto cittadino è una tentazione irresistibile per Matteo Salvini, che proprio dallo spot all’ombra della “Madunina” risponde ad Alessandro Zan sul deputato leghista che ha baciato un uomo a Mykonos. Di cosa parliamo? La vicenda è nota e, al di là della partigianeria di bottega, un po’ meschinella: in questi giorni infatti il deputato del Partito Democratico Alessandro Zan, padre del decreto contro l’omotransfobia,  ha rivelato di aver “beccato a Mykonos un leghista anti DDL Zan che baciava un uomo”.

Salvini risponde a Zan sul “caso Mykonos” e sul deputato accusato di “morale bifida”

E sempre secondo quanto sottolineato nelle polemiche che erano scaturite da quella rivelazione pare che proprio il deputato della Lega che aveva baciato un uomo nell’isola greca fosse stato fra i più fieri oppositori al disegno di legge contro l’omofobia. Il leghista avrebbe fatto fuoco e fiamme per mesi in Parlamento e sembra che nessuno sapesse del suo orientamento sessuale, cosa della quale in un mondo normale non dovrebbe fregare a nessuno ed in alcuna circostanza.

Ad ogni modo la vicenda era rimasta “sullo stomaco” del Carroccio e da Milano Salvini, dove era giunto a caldeggiare l’elezione a sindaco del candidato del centrodestra Luca Bernardo, ha risposto a Zan. Lo ha fatto affermando che lui è felice che tanti gay e tante lesbiche ritengano il DDL Zan “sciagurato”.

Lega e “caso Mykonos”, Salvini risponde a Zan: “Mi mancavano i deputati guardoni”

Poi ha affondato: “Mi mancava avere i deputati guardoni: quando vado in vacanza mi faccio gli affari miei e non mi interessa chi bacia chi.

Vi dà l’idea della pochezza di certi personaggi e denota l’omofobia, l’arroganza e il razzismo che spesso stanno a sinistra”. E ancora: “L’unica cosa che mi dispiace è che fossero a Mykonos: se si fossero baciati a Rapallo sarebbe stato meglio perché avrebbero tenuto i soldi in Italia. Questo contesto al mio deputato. Poteva farsi le vacanze in Italia”.

Matteo Salvini risponde a Zan sul “caso Mykonos” e dice: “Se un mio deputato bacia un uomo o una donna è affar suo”

Poi la chiosa del leader del Carroccio: “Se un mio deputato si bacia con un uomo o con una donna è affare suo. Fortunatamente ci sono tanti gay e tante lesbiche che ritengono il Ddl Zan assolutamente sciagurato. Quel discorso sul bacio gay dà l’idea della pochezza di certi personaggi che teoricamente si battono contro le discriminazioni e poi in maniera ricattatoria, come se fosse un problema, dicono di aver visto un leghista che baciava un uomo. Speriamo che l’abbia rifatto e speriamo che si siano trovati bene”.

Contents.media
Ultima ora