×

San Benigno: Cerchi Nel Grano

A vederlo dall’alto sembra un serpente. Che si attorciglia su se stesso, quasi a formare una spirale. Quattordici cerchi e una mezzaluna, sono comparsi ieri mattina in un campo di grano a San Benigno.

Zona del Goriglietto, area isolata: lontana dal centro abitato e dalle strade principali. Il posto ideale per mettere in atto, quella che a prima vista, sembrerebbe una gran bella burla. Devono aver lavorato sodo, gli «artisti» e ce la devono aver messa proprio tutta per far sembrare quel loro capolavoro un mistero da studiare e fotografare, capace di richiamare curiosi e sostenitori delle tesi più fantasiose. Ufologi e cultori di misteri vari. Opera riuscita, non c’è dubbio. I cerchi sono perfetti, il grano piegato a regola d’arte e i cerchi di maggiori dimensioni non hanno punti d’entrata o di uscita tanto da sembrare davvero piovuti dal cielo.

«La sera prima mio marito aveva lavorato nel campo vicino – racconta la proprietaria del terreno del mistero, Anna Senatore – e non c’era nulla di strano».

Pietro Vanera, suo marito, parla di disastro: «Ci hanno causato un gran bel danno economico: se solo scopro chi è stato…». Sua moglie è preoccupata: «in paese lo hanno saputo subito che c’erano quei cerchi: c’è stato tutto il giorno un bel via -vai nel prato. Io so già come finirà: il campo verrà tutto calpestato e addio raccolto».

Qualche curioso, a dire il vero, si è spinto fin là, armato di macchina fotografica: «Indimetibaile. Sono gli alieni, non c’è dubbio». L’uomo che ha scoperto l’insolita creazione artistica è Enrico Olivero. Dice: «Quando sono tornato in paese, al bar ne parlavano già tutti: non capisco come abbiano fatto a saperlo».

Scettici e amanti del mistero ora si dividono. C’è già qualcuno che giura di aver visto strane luci e movimenti nel cielo di San Benigno nella notte fra martedì e mercoledì.

C’è chi parla di avvistamenti nei giorni precedenti e chi con una scollata di spalle tira dritto: «Roba da creduloni».

Fonte stampa.it

Leggi anche