Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
San Diego, agente di polizia aggredisce ragazza in un parco
Esteri

San Diego, agente di polizia aggredisce ragazza in un parco

polizia aggredisce
polizia aggredisce

In un parco di San Diego, un poliziotto ha aggredito una ragazza di sedici anni, colpendola con il manganello e scagliandola per terra.

Liz Patino, una ragazza californiana di sedici anni, è stata aggredita lo scorso mercoledì 15 agosto insieme a un suo amico, per aver tentato di difendere alcuni suoi compagni di classe accusati dai poliziotti di aver ostentato i segni di riconoscimento di una gang criminale. Si è diffuso sui social media un video di un agente di polizia che salta addosso alla ragazza con il manganello scagliandola violentemente al suolo. Liz Patino ha raccontato la sua versione dei fatti, dimostrando sì turbamento per quanto avvenuto, ma anche di non voler cedere alla paura che qualcosa di simile possa riaccadere.

Una dozzina di poliziotti per quattro adolescenti

Non è chiara la dinamica per cui siano sopraggiunti più di dodici poliziotti e un elicottero in un parco frequentato da adolescenti dopo la scuola. A quanto riporta la Polizia di San Diego, uno dei ragazzi che stava giocando a football con gli amici nel parco, avrebbe mostrato a un poliziotto di passaggio il segno di una gang criminale.

Questo sarebbe stato abbastanza per far scattare l’allarme e far arrivare sul luogo una squadra per arrestare i ragazzi. Il ragazzo in questione, Logan Moreno, 17 anni, smentisce la versione del poliziotto: avrebbe mostrato un “peace sign“. Anche Liz Patino supporta questa versione: secondo lei nessuno dei suoi compagni avrebbe mostrato un simbolo di una gang criminale.

In ogni caso, quando è arrivata la squadra di polizia di San Diego, Liz Patino stava facendo i compiti nello stesso parco e, resasi conto di quanto stesse accadendo, è intervenuta in difesa del suo compagno. La ragazza, subito prima di essere aggredita e colpita con un manganello, sostiene di aver chiesto a un poliziotto: “Perchè mi spingi se sto solo cercando di difendere il mio compagno di classe?“. Sarebbe stata proprio questa frase a far scaturire la rabbia dell’agente che, in uno scatto di violenza, ha placcato Liz Patino colpendola con il manganello e l’ha scaraventata a terra.

Le parole della ragazza aggredita

A seguito dell’episodio sono stati quattro i ragazzi arrestati durante il pomeriggio di mercoledì 15 agosto, poi rilasciati lo stesso giorno.

Liz Patino, nelle interviste rilasciate, si è mostrata sicura della proprio posizione e ha affermato che: “Non verremo portati via dal nostro parco. Questo continuerà a essere il nostro punto di ritrovo tranquilli, continuerà a essere il luogo in cui aspettiamo che i nostri genitori ci vengano a prendere“. E poi ancora: “ questo continuerà a essere il parco dove impariamo lezioni di vita. Continuerà a essere il luogo in cui giochiamo e in cui ci mostriamo alla pari con chiunque passi da lì. Questo è il nostro parco, questo è un parco delle persone“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marta Lodola
Classe 1994, nata e cresciuta a Milano. Laureata in Lettere, amante della storia. Giornalista d'aspirazione, educatrice e calciatrice per passione.
Contatti: Mail