×

San Giovanni Teatino, assalto alla sede dei portavalori: spari, esplosioni ed inseguimenti

Un gruppo di rapinatori ha condotto un assalto alla sede dei portavalori di San Giovanni Teatino: nella zona si sono verificati spari, esplosioni e inseguimenti.

Assalto portavalori san giovanni teatino

Scene da Far West a San Giovanni Teatino, comune in provincia di Chieti, dove nella tarda serata di giovedì 24 marzo 2022 ha avuto luogo l’assalto alla sede dei portavalori che erano di rientro dai numerosi centri commerciali della zona.

In breve tempo si è scatenato il caos tra esplosioni, mezzi incendiati, sparatorie e inseguimenti.

Assalto ai portavalori a San Giovanni Teatino

Secondo quanto ricostruito, intorno alle 21 un gruppo di rapinatori (circa una quindicina) incappucciati, armati di mitragliette e pistole, hanno abbattuto le recinzioni con una grossa ruspa per avvicinarsi al deposito dell’Ivri, dove vengono contati gli incassi raccolti. Hanno quindi incendiato un camion e altri mezzi bloccando tutte le vie di accesso, non senza seminare chiodi sull’asfalto per isolare la zona.

Subito dopo si sono sentiti spari ed esplosioni mentre, tra Pescara e Chieti, si è formata una lunga coda di automobilisti che sono rimasti bloccati nel traffico terrorizzati. Immediato l’intervento degli agenti del reparto speciale della Polizia (Nocs), che hanno circondato l’intera zona intorno alla sede senza però impedire che i malviventi fuggissero con un bottino di circa 3 milioni di euro.

Assalto ai portavalori a San Giovanni Teatino: malviventi in fuga

Costoro si sono nascosti in un’azienda vicina all’istituto di vigilanza dove c’è stato uno scontro a fuoco con le forze dell’ordine e hanno poi fatto disperdere le loro tracce. In tutta l’area sono stati disposti posti di blocco mentre ricerche ed accertamenti sono proseguiti nella notte senza successo. Sulla via della della fuga, i rapinatori hanno anche rubato l’auto ad un automobilista per poi abbandonarla a poca distanza.

Contents.media
Ultima ora