×

Sanremo 2018: il cachet dei tre presentatori

Come ogni anno, ci si domanda quale sarà il compenso per i presentatori del Festival di Sanremo: ecco svelati i cachet di questa edizione

default featured image 3 1200x900 768x576

Puntualmente come ogni anno impazzano in rete le domande relative ai guadagni del cast del Festival di Sanremo. Anche per l’edizione 2018 ci si chiede quanto intascheranno i conduttori. I principali quotidiani nazionali fanno già le loro stime. “Corriere della Sera”, “Il Giornale” e “Il Fatto Quotidiano” riportano la stessa cifra.

Il compenso previsto per il direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni dovrebbe aggirarsi attorno ai seicentomila euro.

I tre quotidiani concordano anche sul compenso previsto per Michelle Hunziker. Si parla di quattrocentomila euro. Evidentemente molti meno rispetto al milione di euro incassato nel 2007, quando la soubrette aveva affiancato Pippo Baudo sul palco del teatro Ariston. Stando alle rivelazioni dei quotidiani, l’entourage della conduttrice di Striscia la Notizia avrebbe inizialmente chiesto cinquecentomila euro.

Alla fine, però, avrebbe accettato la riduzione. Sempre secondo i tre giornali, infine, Pierfrancesco Favino potrebbe prendere per il “disturbo” trecentomila euro.

Sanremo 2018: costi, ricavi e pubblicità

Il budget di Sanremo 2018 è identico a quello dell’anno precedente. Costi e ricavi, a quanto pare, viaggiano sulle stesse cifre. La raccolta pubblicitaria è già arrivata a 25 milioni di euro, mentre le uscite si fermano a 16 milioni e mezzo. Per un Festival del tutto nuovo rispetto al passato, “meno televisivo e più artistico”, Angelo Teodoli, direttore di Rai Uno, dice di essere prudenti.

La speranza è quella di raggiungere almeno il 40 percento di share, ovviamente con l’auspicio di superarlo.

Claudio Baglioni intanto ha parlato delle ultime edizioni del Festival. Secondo lui “sono state particolarmente fortunate e baciate da un grande ascolto e gradimento. Come segnale di differenziazione, abbiamo deciso di togliere le eliminazioni, una parola che fa un po’ paura. Inoltre abbiamo aumentato a 4 minuti la lunghezza media delle canzoni. È come se un pittore potesse avere una parete più grande da affrescare.

La quarta serata, quella del venerdì, non ci sarà l’obbligo per gli interpreti di cantare canzoni di altri. Ognuno potrà stabilire con il pubblico una nuova edizione del suo pezzo. Questo Festival, che parte in bianco e nero, sarà da me colorato con i colori primari”.

Michelle al Festival: la trattativa

Nell’ultimo periodo si è parlato molto della possibilità di vedere Michelle Hunziker a Sanremo. Solo poche settimane fa, del resto, era stata lei stessa a confermare al Maurizio Costanzo Show che avrebbe accettato volentieri se glielo avessero chiesto. A quanto pare la conferma è effettivamente arrivata. Pare però che le trattative con la Rai si siano svolte lentamente proprio per la questione del compenso della conduttrice. Ma alla fine sono riusciti a trovare un accordo definitivo e quindi anche Michelle farà la sua bella figura sul palco dell’Ariston.

Contents.media
Ultima ora