Sant'Ambrogio: quando si festeggia
Sant’Ambrogio: quando si festeggia
Cultura

Sant’Ambrogio: quando si festeggia

Sant'Ambrogio

Chi è Sant'Ambrogio, il patrono di Milano, e quando viene celebrato? Ecco qualche informazione sulla sua vita e sulle manifestazioni che Milano organizza in suo onore.

Ogni città, si sa, ha le sue tradizioni. A Milano, per esempio, le festività natalizie sono strettamente legate alla celebrazione del patrono e ai mercatini che tengono banco proprio nel weekend lungo dei festeggiamenti, gli Oh Bej Oh Bej. Sant’Ambrogio, patrono di Milano, è stato santo, vescovo nonché dottore della Chiesa. La sua festa si celebra ogni anno il 7 dicembre e dà inizio alle festività natalizie in città. Scopriamo qualcosa in più sulla vita del Santo e sul suo legame con la città meneghina.

Chi è Sant’Ambrogio

Sant’Ambrogio nacque in Germania nel 339 d.C. e morì a Milano nel 397 d.C. Ambrogio era figlio del prefetto della Gallia e, dopo aver studiato a Roma. intraprese una carriera di tipo amministrativo. Il 7 dicembre del 373, morto il vescovo Aussenzio, nacque un contenzioso tra cattolici e ariani per la nomina del successore. Ambrogio, in qualità di amministratore, doveva impedire che scoppiassero tumulti tra i cittadini.

L’uomo riuscì a fare un discorso così toccante ai due gruppi rivali, che essi decisero di nominarlo vescovo. Fu così che divenne vescovo e seppe adempiere al suo incarico in maniera eccellente. Richiamò ai propri doveri di cristiano l’imperatore e diede alla chiesa di Milano un’impronta che tuttora ne influenza l’aspetto liturgico e musicale. Lasciò insegnamenti profondi e importanti, in particolare per ciò che concerne la vita morale e sociale. Morì nel 397 e fu sepolto nella Basilica che oggi porta il suo nome.

Quando si festeggia Sant’Ambrogio

La festa di Sant’Ambrogio è molto sentita dai milanesi. Il 7 dicembre, molti cittadini sono soliti ascoltare la Messa celebrata dall’Arcivescovo di Milano nella Basilica a lui nominata. Qui sono conservate le spoglie del santo e si celebra una funzione religiosa di tipo ambrosiano, differente in alcuni punti dal classico rito romano. Il rito ambrosiano, consolidatosi al tempo di Ambrogio, prevede un approccio cristocentrico più vicino alle celebrazioni orientali.

Il Santo Patrono della città si festeggia nel giorno che, per i milanesi, significa l’inizio delle festività natalizie. Tantissimi, infatti, sono gli eventi che accompagnano le celebrazioni e il ponte che include anche l’Immacolata Concezione.

Le celebrazioni e i mercatini

Durante la festa patronale, Milano si illumina di mille luci e si arricchisce di meravigliosi eventi da non perdere. Tra questi, quello più antico è sicuramente la fiera degli Oh Bej, Oh Bej, che ha luogo dal 7 dicembre e le cui origini risalgono al 1288. Le strade si riempiono di bancarelle con giocattoli, prodotti tipici e tantissime creazioni artigianali. Dopo aver cambiato posizione nei secoli e aver passato decenni nelle vie attorno alla Basilica di Sant’Ambrogio, oggi la manifestazione si tiene nei pressi del Castello Sforzesco. Il mercatino segna il vero inizio del Natale milanese, con profumi e sapori tipici che invadono le vie della città. La manifestazione, sempre seguitissima, è anche la prima opportunità per scegliere i regali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche