×
Home > Lifestyle > Santorum vs studenti: scivolone sui matrimoni gay
06/01/2012 | di Serena Baronchelli

Santorum vs studenti: scivolone sui matrimoni gay

Pessima mossa per Rick Santorum: l’ultrareligioso candidato alla nomination repubblicana per la Casa Bianca ha esposto con fermezza le sue controverse quanto discutibili tesi sul matrimonio omosessuale davanti a una platea di studenti universitari in New Hampshire. Immediata la reazione dei ragazzi: una pioggia di fischi ha travolto e disarmato l’oratore. Rispondendo alle domande del pubblico, Santorum ha improvvisato una vera e propria lezione sul matrimonio, arrivando al punto di paragonare le nozze gay alla poligamia: la reazione della maggior parte dei presenti era inevitabile. Un giovane ha sbottato: “Non crede che il principio di uguaglianza permetta anche alle persone dello stesso sesso di sposarsi?”. “Hanno anche loro diritto alla felicità” è stata la risposta di una ragazza, che con il suo intervento ha scatenato un botta e risposta durato oltre un’ora e mezza.

Provocatorio il commento riassuntivo del candidato repubblicano, esageratamente cattolico e manifestamente contrario alle unioni gay: “Pensa che anche più di due persone dovrebbero avere diritto a sposarsi? Non si può essere felici se non si è uniti in matrimonio con almeno cinque persone?”, ha sentenziato, scatenando i (doverosi) fischi della platea. Probabilmente Santorum dovrà rivedere e ammorbidire le sue posizioni se vorrà trovare terreno fertile in un territorio come quello americano, che conta un numero strabiliante di atei.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche