SANZIONI FISCALI SI DOVREBBE EVITARE - Notizie.it
SANZIONI FISCALI SI DOVREBBE EVITARE
Guide

SANZIONI FISCALI SI DOVREBBE EVITARE

Il Servizio Internazionale del reddito impone sanzioni per le violazioni delle norme tributarie.Una sanzione viene valutata sulla percentuale del vostro reddito per il mancato pagamento alla scadenza e anche per i pagamenti fiscali insufficienti durante l’anno.Maggiori sanzioni vengono applicate per l’attenuante sostanziale dell’imposta,segnalazione fraudolenta,e presentazione frivola di una dichiarazione fiscale.Dando all’IRS un assegno che la banca restituisce poi percepisci una commissione di assegno rimbalzato.

TARDIVI

La mancata presentazione di una dichiarazione dei redditi entro la data prevista comporta una penale sull’importo della tassa non pagata entro il termine di deposito.La penale è normalmente del 5% per ogni mese di ritardo,non superate il 25%.La penale minima per il deposito è un ritardo di 60 giorni dopo la data di scadenza ed è abbassato a $100 o al 100% sull’imposta del reddito.

RITARDI DI PAGAMENTO

Anche se presentate la dichiarazione dei redditi in tempo,non riuscendo a pagare le imposte per la data di scadenza la penale dell’importo dovuto sarà pari allo 0,5%.Questa percentuale è valutata ogni mese che l’imposta non viene versata.Si può eliminare questa penale pagando almeno il 90% del vostro debito d’imposta in tempo e richiedere una proroga di sei mesi per presentare il vostro reddito e pagare il resto.La penale è ridotta se si dispone di un valido contratto di pagamento rateale con l’IRS.

RIGORE FISCALE STIMATO

L’IRS richiede che si paghi l’importo minimo del debito d’imposta nel corso dell’anno.Se sei un dipendente,il datore di lavoro trattiene dalla busta paga le tasse.Se non si hanno abbastanza trattenute,i pagamenti delle imposte stimate vengono trattenute durante l’anno.Questo accade spesso quando si dispone di reddito da cui non viene trattenuta nessuna tassa,come ad esempio le attività di lavoro autonomo,interessi,dividendi,affitti,alimenti o plusvalenze.Le sanzioni fiscali stimate sono valutate anche se tutto il debito d’imposta è stato pagato entro il termine di deposito di scadenza.

PENA PER SCADENZA NON PRECISA

L’IRS impone sanzioni per attenuanti sostanziali così come per negligenza o mancato rispetto delle norme fiscali.Questa valutazione è del 20% dell’ammontare dell’imposta sottostimata.Un eufemismo di solito si verifica dalla sotto-segnalazione del reddito o sopra-segnalazione delle deduzioni.Può anche derivare dal calcolo improprio di un credito d’imposta.Le attenuanti sono considerate sostanziali quando comprendono $5,000 o il 10% della tassa corretta-a seconda di quale è più grande.

FRODE CIVILE

Una sanzione pari al 75% per i pagamenti insufficienti viene applicata quando l’IRS determina che si è verificata la frode.Negligenza o ignoranza della legge non è fraudolento,ma un atto volontario per evadere le tasse lo è.Una penale sulla frode vale solo per la sposa in una dichiarazione dei redditi congiunta quando l’individuo è coinvolto in un’azione fraudolenta.L’IRS si riferisce in genere ai casi di frode civile per ulteriori indagini degli investigatori della polizia.

FRIVOLE DICHIARAZIONI DEI REDDITI

Sanzioni di $5.000 sono valutate nei confronti delle persone con frivole dichiarazioni dei redditi.Tali informazioni includono redditi contenenti informazioni insufficienti per il calcolo delle imposte precise.Un reddito frivolo può anche contenere informazioni che indicano chiaramente che l’imposta riportata non è corretta.La penale per frivola dichiarazione dei redditi si applica a tutti gli atti che ritardano o interferiscono con la somministrazione di norme tributarie,come ad esempio cancellando su un reddito la lingua al di sopra della riga della firma.

ASSEGNI SCOPERTI

L’IRS impone una pena quando un assegno viene restituito a causa di fondi insufficienti.La dimensione della sanzione dipende dalla quantità dell’assegno.La tassa per un controllo rimbalzato sotto i $1.250 è l’importo dell’assegno o $25-a seconda di quale è inferiore.Un assegno rimbalzato più grande di $1.250 innesca una penale del 2,0% dell’importo dell’assegno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*