Leggende metropolitane - Notizie.it
Leggende metropolitane
Bologna

Leggende metropolitane

Se ne va la nonnina dei fiori, una delle leggende metropolitane di Bologna

Si chiamava Sara Maranelli, meglio conosciuta come la “fatina dei fiori”, o “quella dei fiori”. Negli ultimi 40 anni la si è vista in giro a vendere fiori sempre vestita con abito in pendant con i fiori che vendeva. Aveva 84 anni ed è morta al Sant’Orsola dopo una vita a vendere fiori.

E’ l’ultima leggenda metropolitana che lascia Bologna con tutto il fascino di una persona misteriosa, buffa, con quel pizzico di follia che contraddistingue chi lascia un segno. Ma non è l’unica, come sa il buon bolognese.

Ricordiamo, dal lungo elenco di leggende pop bolognesi, Beppe Maniglia a cui è dedicata anche una pagina di Wikipedia: “Personaggio simbolo di Bologna, si esibisce in Piazza Maggiore con la sua Harley Davidson e la chitarra elettrica suonando pezzi rock. D’estate si esibisce anche a Cattolica, solitamente in Piazza Primo Maggio. Celebre perché in grado di fare esplodere le borse dell’acqua calda soffiandoci dentro e per l’abitudine ad esibirsi a torso nudo anche in pieno inverno“.

In una puntata dell’Ispettore Coliandro il protagonista della fiction si domanda: perchè Beppe non è diventato uno dei chitarristi? più famosi del mondo? Bah, misteri della vita!


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

THIERRY MUGLER Angel
77.5 €
Compra ora