×

Sara Pedri: c’è l’ok per il licenziamento del primario Saverio Tateo

Svolta nel caso della Scomparsa di Sara Pedri, il Primario Saverio Tateo potrà essere licenziato. Vi sono numeroso testimonianze.

Sara Pedri

È arrivato il via libera da parte della commissione dei garanti: Saverio Tateo, ex direttore dell’Unità operativa di ostetricia e ginecologia del Santa Chiara di Trento, potrà essere licenziato. Per i garanti le motivazioni sono date da “Molteplici fatti gravi”.

Sara Pedri: l’avvocato di Saverio Tateo pronto a fare ricorso

Saverio Tateo non si era ancora dimesso e l’avvocato del primario ha già deciso di fare ricorso contro questa sentenza, una mossa prevedibile e scontata. Le non dimissioni di Tateo stanno nella sua convinzione di aver agito sempre correttamente. L’avvocato sul possibile licenziamento ha dichiarato che: “non sono state esaminate le circostanze difensive, ci attendevamo una motivazione che tenesse conto della situazione complessiva“.

Sara Pedri: La motivazione del Comitato dei garanti sul possibile licenziamento di Saverio Tateo

Il Comitato dei garanti ha però agito secondo alcune testimonianze e lettere che la ginecologa 31enne, Sara Pedri, aveva scritto prima della sua scomparsa. Secondo gli avvocati e i dottori del Comitato, il primario non avrebbe svolto correttamente la sua funzione favorendo un clima teso e violando “l’obbligo di mantenere il benessere organizzativo del reparto e atteggiamenti ispirati a principi di lealtà e trasparenza“.

Sara Pedri: le tesimonianze delle collaboratrici di Saverio Tateo

Oltre alle lettere di Sara Pedri, vi sono molte altre testimonianze a supportare la decisione della Commissione dei garanti. Tante collaboratrici hanno infatti dichiarato che l’ambiente era teso, vi erano vessazioni mortificanti, turni massacranti ed inoltre i colloqui con il primario era alquanto inquietanti.

Contents.media
Ultima ora