×

Sarah Everard, poliziotto condannato all’ergastolo per averla rapita, violentata ed uccisa

Sarah Everard, poliziotto condannato all’ergastolo per averla ammazzata dopo aver messo in atto un finto arresto per violazione delle norme anti Covid

Sarah Everard

Femminicidio di Sarah Everard, il poliziotto Wayne Couzens è stato condannato all’ergastolo per aver rapito, violentato ed ucciso la 33enne del Regno Unito e di averne scaricato il cadavere in una zona boscosa fuori da Londra. L’agente della Polizia Metropolitana di Londra già in forza presso Scotland Yard è stato condannato oggi, 30 settembre, per tre orribili crimini commessi lo scorso 3 marzo

Sarah Everard, poliziotto condannato: la serata con gli amici e la scomparsa

In quell’occasione, si era alla sera del 2 marzo, Sarah stava tornando a casa dopo una serata conviviale con amici ed era scomparsa. Il suo ragazzo aveva lanciato l’allarme e il corpo senza vita della 33enne era stato ritrovato il 12 marzo. Durante l’udienza dello scorso 8 giugno l’imputato si era dichiarato colpevole del rapimento e dello stupro.

Femminicidio di Sarah Everard, poliziotto condannato: l’ammissione dei crimini e l’ergastolo

Poi a luglio aveva ammesso anche di aver ucciso Sarah. La discussione finale del processo, con requisitorie, arrinche e camera di consiglio, è durata due giorni e grazie al alcuni video è emerso anche che Couzens aveva usato una sorta di truccoper mettere in atto i suoi propositi criminali.

Lo stratagemma per rapire Sarah Everard, il poliziotto condannato l’aveva arrestata per le regole anti Covid

Un vero e proprio diabolico stratagemma per rapire Sarah, come? Con un finto arresto per mettere in atto il quale aveva sfruttato le restrizioni introdotte dal governo per contenere la pandemia da Covid. 

Contents.media
Ultima ora