×

Sarco, cos’è e come funziona la macchina per il suicidio assistito

La macchina per il suicidio assistito era stata già ideata nel 2017, potrebbe essere operativa a partire dall'anno prossimo

La macchina per il suicidio assistito

La nuova macchina per il suicidio assistito pensata da Sarco potrebbe diventare realtà. La macchina fu ideata per la prima volta nel 2017 e a partire dal 2022, almeno in Svizzera, potrebbe entrare nella fase operativa.

Scopriamo la nuova macchina per il suicidio assistito

La macchina ideata da Sarco si tratta di una capsula che sembra richiamare ad una semplice bara hi-tech. Questa è stata pensata dall’attivista per il diritto all’eutanasia Philip Nitschke, medico australiano. L’idea è quella di agevolare il suicidio assistito, introducendo all’interno della capsula delle quantità di azoto oltre all’ossigeno che farebbero perdere i sensi alla persona al suo interno, fino ad indurlo alla morta senza paura o sofferenza.

Le persone che sceglieranno la capsula per il suicidio assistito infatti non si accorgeranno di nulla.

Come sarà costruita la macchina per il suicidio assistito

La scelta di ideare questa capsula è stata fortemente voluta dal dottor Nitschke per sensibilizzare sempre più il tema del suicidio assistito, che vede ancora lo scetticismo di troppe persone. La macchina sarà costruita attraverso la stampante 3D, mossa pensata per abbattere i costi. Inoltre, la macchina, non avrà bisogno di personale tecnico o con competenze medico-scientfiche in quanto di semplice utilizzo.

La capsula per il suicidio assistito è inoltre pensata per un pubblico molto più vasto di persone, non solo malati terminali.

Quando potrebbe essere operativa la macchina per il suicidio assistito

Una data sicura al 100% non vi è ancora. Si sa solo che probabilmente dal 2022 il terzo prototipo della macchina per il suicidio assistito sarà operativa in Svizzera, dopo un dialogo tra l’azienda produttrice ed alcuni gruppi svizzeri già attivi nel settore del suicidio assistito.

Fatto sta che questa nuova macchina, alimenterà parecchie polemiche, soprattutto in Italia.

Contents.media
Ultima ora