×

Schindler’s List, la bambina con il cappotto rosso oggi aiuta i rifugiati ucraini

Che fine ha fatto la bambina con il cappotto rosso di Schindler's List?

Oliwia Dabrowska

La bambina che indossa il cappotto rosso in Schindler’s List è ormai adulta ed ha deciso di aiutare i profughi che scappano dalla guerra in Ucraina.

La bambina con il cappotto rosso di Schindler’s List ora aiuta i profughi ucraini

Nell’unica scena a colori del capolavoro di Steven Spielberg del 1993, compare lei: una bambina con un cappotto rosso. Una scena molto significativa, come ha poi spiegato il regista, che è simbolo dell’alternanza di speranza e disperazione, violenza e compassione, colpevolezza e innocenza. La bambina diventata famosa per quella scena si chiama Oliwia Dabrowska ed ha 32 anni. Decisamente più grande di quando ha girato con Spielberg, oggi è in prima linea per aiutare il popolo ucraino, dando il suo supporto ai profughi che arrivano in Polonia.

Oliwia Dabrowska ha paura ma non si arrende

Oliwia, come tutti, ha paura che le possa accadere qualcosa di brutto, ma tramuta questo sentimento in una sfida, in qualcosa di più grande. Oliwia ha infatti dichiarato: “Ho paura ma questo mi motiva ancora di più ad aiutare i profughi“. L’ex attrice, quando ha scritto queste parole in un post su Instagram, parlava del bombardamento russo a Yavoriv, città ucraina a 20 km dal confine con la Polonia.

La bambina con il cappotto rosso rappresenta la speranza

In un altro post su Instagram, Oliwia Dabrowka, ha condiviso una foto che ripropone la sua scena in Schindler’s List, ma leggermente modificata. Il suo cappotto non è più rosso, ma è diventato blu e giallo. Quei due colori rappresentano la bandiera dell’Ucraina. La foto è accompagnata da una didascalia che recita: “Lei è sempre stata il simbolo della speranza.
Che lo sia di nuovo“.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Oliwia Dąbrowska (@oliwia.dabrowska_)

Contents.media
Ultima ora