×

Marcatempo: ecco quando usarli

Il Marcatempo, una sorta di timbra cartellino, è importante per i datori di lavoro per monitorare il lavoro dei dipendenti: come funziona.

marcatempo
marcatempo

Monitorare il lavoro dei propri dipendenti, sia nel settore pubblico che nel privato, può rappresentare un’operazione complessa, specie per le aziende più grandi che si trovano a gestire parecchie risorse. Stando alla legge è stato stabilito che devono essere disposti strumenti atti a registrare le ore di lavoro, le assenze e gli eventuali giorni di malattia. Uno di questi strumenti, molto valido soprattutto per chi lavora spesso fuori sede, è il marcatempo.

Marcatempo: cosa è

Un orologio marcatempo può considerarsi una sorta di timbra cartellino portatile, molto facile e versatile da utilizzare e, soprattutto, molto preciso se usato correttamente. Basta avvicinare il proprio badge al dispositivo per registrare entrata e uscita o inizio e termine del lavoro, qualora lo si utilizzi lontano dalla sede centrale, ad esempio per operai che si occupino di lavori stradali o simili. Molti marcatempo sono dotati anche di GPS integrato, che indica al datore di lavoro la posizione esatta dei propri dipendenti: ciò è utile non solo al mero fine di controllo, ma soprattutto in occasioni in cui potrebbe verificarsi un reale pericolo. Si pensi, ad esempio, ai lavoratori nei cantieri edili o a situazioni analoghe ove sia indispensabile conoscere sempre i momenti di attività, di pausa o di termine lavori. Secondo la legge sulla privacy, non è indispensabile monitorare di continuo la posizione del lavoratore (a meno di reale rischio per la sicurezza, per l’appunto) ma va prestabilita secondo determinati intervalli.

Il trasmettitore GPRS, invece, risulta particolarmente comodo per tutti quei dipendenti che si spostino di continuo, ad esempio per la mobilitazione di merci o beni di consumo da una città all’altra (camionisti o traslocatori). Si tratta della medesima tecnologia impiegata per i cellulari, mediante la quale si possono seguire in tempo reale tutti gli spostamenti semplicemente all’attivazione di un pulsante. In tal senso, si sta sviluppando sempre di più anche la Clock App, ovvero l’applicazione da integrare sullo smartphone personale per convertirlo in un marcatempo grazie a un software dedicato. Per il dipendente si tratta anche di un metodo semplice e veloce per comunicare con l’ufficio principale in caso di problematiche da risolvere o domande da porre, in relazione al lavoro che sta svolgendo.

Marcatempo: come funziona

L’efficacia di un marcatempo portatile è garantita anche dalla tecnologia RFID, che rileva i dati senza alcun margine di errore grazie all’utilizzo di onde radio che leggono il badge. Questi dati saranno poi trasmessi automaticamente a un software che li archivierà efficacemente per consentire anche il calcolo corretto della busta paga mensile.

Tutti questi elementi fanno del marcatempo un alleato insostituibile per chi opera in cantieri, lungo le strade, presso il domicilio o l’ufficio altrui (per assistenza personale o pulizie) e persino in ambito scolastico. I materiali di cui sono costituiti tali dispositivi sono spesso resistenti anche agli agenti atmosferici, quindi possono essere utilizzati anche in condizioni di pioggia o freddo intenso. La luminosità dello schermo, inoltre, è un altro fattore imprescindibile, sia che ci si trovi in luoghi scarsamente illuminati, sia in condizioni di luce intensa: i migliori marcatempo hanno, quindi, schermi OLED retroilluminati e indicatori sonori chiari che indicano la corretta rilevazione o l’eventuale errore di lettura del badge. Anche la batteria del dispositivo è fondamentale, perché garantirà la longevità dell’apparecchio anche senza l’alimentazione elettrica. Le batterie sono, normalmente, agli ioni di litio e ricaricabili proprio per offrire le massime prestazioni. Le periferiche integrate, infine, daranno la possibilità di collegare i marcatempo a dispositivi fissi come i PC desktop, per trasferire dati o aggiornare software in tutta comodità.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:

Leggi anche