×

Una mamma “incontra” la figlia scomparsa grazie alla realtà virtuale

Condividi su Facebook

Una mamma ha incontrato sua figlia scomparsa nel 2016 grazie alla realtà virtuale: l'esperienza è stata presentata in un documentario.

mamma incontra figlia morta realtà virtuale
mamma incontra figlia morta realtà virtuale

Grandissimo balzo in avanti della tecnologia: grazie alla realtà virtuale, infatti, una mamma sudcoreana ha potuto incontrare la figlia morta nel 2016. L’esperimento è stata diffuso in un documentario della Munhwa Broadcasting: il video si chiama “I met you”, ovvero “Ti ho incontrata”.

Dopo tre anni dalla scomparsa della bimba, morta per una malattia incurabile, la tecnologia compie passi da gigante. La mamma sembra poter godere di nuovo della compagnia della sua piccolina: l’emozione è indescrivibile.

Realtà virtuale, mamma incontra figlia

Jang, una giovane mamma sudcoreana, ha perso sua figlia Nayeon, morta nel 2016: la realtà virtuale, però, le ha permesso di “incontrarla” nuovamente. Si chiama “I met you” il video contenuto all’interno del documentario della Munhwa Broadcasting. Attraverso una fedele riproduzione elettronica, infatti, la mamma è riuscita a rivedere la piccola scomparsa a causa di una malattia incurabile. Un addio che aveva afflitto profondamente la donna, così come la perdita di un figlio sconvolge ogni mamma.

la donna, indossando un apposito casco per la realtà virtuale, si è immersa in un mondo fittizio. Una scena di aperta campagna, un paesaggio tranquillo, nel quale all’improvviso appare la piccola Nayeon: l’incontro tra le due è commovente. Jang inizia ad interagire con la figlia attraverso tutti i mezzi messi a disposizione dalla tecnologia: la madre può quasi toccare le mani della sua bambina, può vederla correre sul prato, stendersi sull’erba e raccogliere i fiori.

Insomma: Jang ha potuto godere di alcuni momenti virtuali da trascorrere insieme alla sua bimba morta tre anni prima.

Da un monitor esterno, invece, i parenti possono godersi una scena che mette i brividi: la mamma ha la reale sensazione di correre insieme alla bambina, di soffiare le candeline sulla torna e di addormentarsi insieme a lei.

La reazione

Ho vissuto un momento felice, il sogno che ho sempre voluto vivere”, ha dichiarato Jang, non riuscendo a trattenere le lacrime.

Era come fosse il paradiso“.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.