×

App Immuni, reso noto il codice sorgente: cos’è e a cosa serve

Condividi su Facebook

Gli sviluppatori dell'App Immuni hanno reso noto il codice sorgente contenente tutte le informazioni sul software che traccerà i casi di coronavirus.

app immuni codice sorgente

La App Immuni che nelle intenzioni del governo dovrebbe aiutare nel tracciamento dei contagi dovrebbe essere operativa entro la fine di maggio: intanto è stato reso noto il suo codice sorgente, vale a dire l‘insieme di istruzioni che permettono ad un’applicazione di essere eseguita sul dispositivo su cui viene installata.

Il codice sorgente dell’App Immuni

Solitamente esso, scritto dagli sviluppatori di un software, rimane ignoto e non trasparente. Chi scarica un’app non riesce cioè a risalire alla sua esatta sequela di istruzioni.

In questo caso invece tutti lo potranno visionare in modo da conoscere tutti i processi che si nascondono dietro all’interfaccia grafica. Vale a dire come vengono protetti i dati raccolti, dove vengono inviati e quali sono le funzionalità sfruttate del telefono.

Riccardo Meggiato, esperto di sicurezza informatica, ha spiegato che grazie alla trasparenza del codice sorgente si potrà verificare che sia stato scritto in maniera opportuna e nel rispetto della privacy dei cittadini.

Inoltre i programmatori che ne prenderanno visione potranno eventualmente dare una mano e risolvere alcuni cavilli che in futuro potrebbero essere struttati per scopi non consoni.

Inoltre se numerosi esperti che visioneranno il codice si esprimeranno in maniera positivo su di esso, potranno puntare sulla sua bontà e spingere i cittadini a scaricarla. I dati saranno infatti tanto più utili quanto più persone installeranno l’applicazione sui propri dispositivi.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.