×

Civiltà extraterrestri vicine alla Terra? La parola agli scienziati

Condividi su Facebook

I modelli di calcolo dell'Università di Nottingham ipotizzano 36 civiltà extraterrestri. Ma quanto sarebbero vicine al nostro pianeta?

Civiltà extraterrestri

Nella via Lattea c’è vita? Dopo Stephen Hawking, se lo sono anche chiesto gli scienziati dell’Università di Nottingham, studiando la probabile presenza di 36 civiltà extraterrestri. Fantascienza? Non è così, visto che il team di ricercatori si è rifatto a modelli classici e a calcoli innovativi.

Civiltà extraterrestri vicine alla Terra: possibile?

Quando si tratta di trovare vita al di fuori dal nostro Pianeta, ci si rifà a modelli probabilistici. Però, il team di studiosi ha impostato un parallelo fra l’evoluzione e lo sviluppo della vita sulla Terra e quello ipotizzato su altri corpi celesti della Via Lattea.

Con calcoli matematici, si è arrivati alla conclusione: nella nostra galassia potrebbero esserci almeno 36 civiltà aliene come noi. Il calcolo individua un limite: l’individuazione di pianeti simili alla Terra, gravitanti cioè attorno a una stella, come una nana rossa.

Cosa ne pensano gli scienziati?

Il calcolo dell’Università di Nottingham si basa su un assunto: “Ci vogliono circa cinque miliardi di anni perché la vita si possa formare e sviluppare su altri pianeti“.

Proprio per questo motivo e sulla base di altre rilevazioni, i ricercatori sono giunti a un’ipotesi. Potrebbero anche esserci civiltà extraterrestri, ma sarebbero molto lontane dalla nostra. Cosa significa? Che la civiltà aliena più vicina alla Terra si troverebbe a 17mila anni luce dalla Terra, quindi impossibile un incontro ravvicinato, come ipotizzato dal celebre film di Steven Spielberg, E.T.

Si è ancora nel campo della ricerca, ma l’ipotesi che la Terra sia un caso unico nella galassia è sempre più probabile, a detta degli scienziati.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

coronavirus isolato ceinge napoli
Scienza & Tecnologia

Coronavirus, isolato ceppo al Ceinge di Napoli

12 Luglio 2020
I ricercatori del Ceinge di Napoli hanno potuto isolare un ceppo della sequenza genetica del coronavirus. Pronto il confronto con gli altri ceppi.
Entire Digital Publishing - Learn to read again.