×

Nasce Io Italia, l’app gratuita per richiedere il Bonus Vacanze 2020

Condividi su Facebook

In arrivo Io Italia, la app per i servizi della Pubblica Amministrazione con cui richiedere il Bonus Vacanze.

App Io Italia per il Bonus Vacanze
Io Italia App permette di richiedere il Bonus Vacanze

Per accedere ai servizi digitali connesse prestazioni la Pubblica Amministrazione presenta Io Italia (io.italia.i), la app gratuita in grado di richiedere tutta una serie di prestazioni per i cittadini tra cui i vari bonus che il Governo sta predisponendo in questi mesi.

Un esempio? Con Io Italia sarà possibile richiedere il Bonus Vacanze 2020 che permetterà a chi ha un Isee inferiore ai 40 mila euro a coprire le spese effettuate durante quest’estate per un tetto massimo di 500 euro.

Bonus Vacanze 2020, come funziona

Il Bonus Vacanze Italia è una nuova misura contemplata nel nuovo Decreto Rilancio e con la quale il Governo presieduto da Giuseppe Conte cerca d’incoraggiare i pagamenti diretti a strutture turistico ricettive autorizzate e hotel, senza intermediario alcuno.

La richiesta del Bonus Vacanze va fatta dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2020 e sono esclusi dagli incentivi le spese effettuate tramite i portali di prenotazioni online quali Booking e Airbnb.

Bonus Vacanze

Per sapere come funziona il Bonus Vacanze, basta accedere alla app, fare richiesta dell’incentivo e caricare la cifra che gli spetta su Io Italia.

Il cliente della struttura dovrà comunicare al gestore il Qr Code app Io associato, e questi lo comunicherà alla Agenzia delle Entrate tramite apposita sezione. Lo sconto che verrà calcolato genererà un credito d’imposta per il titolare della struttura che potrà ‘incassare’ con la dichiarazione dei redditi dell’anno successiva o, ancora, cedere a terzi per il pagamento di beni o servizi.

Come richiedere e scaricare la app Io Italia

Io Italia è un’applicazione gestita da PagoPA S.p.a. e non serve solo per la richiesta dei bonus governativi, bensì per favorire l’accesso ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione e semplificare la richiesta di diritti e prestazioni. Molti Italiani la conoscono già, perché, ad esempio, Io Italia consente di monitorare il reddito di cittadinanza. Ma Io Italia è molto di più: aiuta infatti a interfacciarsi con tutti i servizi pubblici e con cui si possono ricevere le comunicazioni dagli Enti, tenere sotto controllo gli avvisi di scadenza nei confronti delle amministrazioni pubbliche che adoperano la app, pagare tasse o multe, oppure compilare le domande per i servizi di pubblica utilità.

La app è dotata dei nuovi sistemi di autenticazione e sicurezza della privacy, come quelli che usano i parametri biometrici (impronta digitale e riconoscimento facciale) per l’accesso.

Per usare la app gratuita è necessario essere in possesso delle credenziali Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale)o quelle della carta d’identità elettronica. Sono entrambi strumenti per il riconoscimento dell’identità digitale del cittadino, ma in particolare il primo è il sistema di autenticazione per gestire vari servizi fiscali ed amministrativi da remoto e che offre tre livelli di sicurezza che l’utente può impostare in base alla propria privacy. Per richiedere le credenziali è sufficiente richiedere lo Spid alle Poste o affidarsi ad uno dei tanti gestori autorizzati al rilascio dello Spid (Aruba, giusto per citarne uno tra i più famosi).

Laureato in Scienze delle Comunicazioni, è stato redattore esterno per diverse testate, sia di stampa (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online, dove ha trattato di ambiente, cronaca del sociale e cultura. Si occupa di fotografia e scrittura creativa per il web, e collabora come blogger e copywriter. Ha vissuto in Irlanda, Spagna e qualche mese in Tanzania. Calabrese di nascita e carattere (classe 1980), dall’incantevole Diamante (CS) si è trasferito nell’affascinante Andalusia, da dove scrive per Notizie.it e Actualidad.es


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Vincenzo Bruno

Laureato in Scienze delle Comunicazioni, è stato redattore esterno per diverse testate, sia di stampa (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online, dove ha trattato di ambiente, cronaca del sociale e cultura. Si occupa di fotografia e scrittura creativa per il web, e collabora come blogger e copywriter. Ha vissuto in Irlanda, Spagna e qualche mese in Tanzania. Calabrese di nascita e carattere (classe 1980), dall’incantevole Diamante (CS) si è trasferito nell’affascinante Andalusia, da dove scrive per Notizie.it e Actualidad.es

Leggi anche

coronavirus isolato ceinge napoli
Scienza & Tecnologia

Coronavirus, isolato ceppo al Ceinge di Napoli

12 Luglio 2020
I ricercatori del Ceinge di Napoli hanno potuto isolare un ceppo della sequenza genetica del coronavirus. Pronto il confronto con gli altri ceppi.
Entire Digital Publishing - Learn to read again.