×

Possibile presenza di vita su Venere, individuate tracce di fosfina

Condividi su Facebook

Un gruppo di astronomi internazionali ha individuato su Venere tracce di fosfina, un gas che può essere correlato a processi di tipo biologico.

Se nei prossimi anni ulteriori ricerche dovessero confermarla sarebbe una scoperta di portata storica quella comunicata oggi dalla Royal Astronomical Society, che alle ore 17 ha annunciato la presenza di fosfina sul pianeta Venere, ipotizzando possibili tracce di vita extraterrestre sul pianeta.

La fosfina è infatti un gas strettamente correlato a processi di tipo biologico (sulla terra si può manifestare attraverso il fenomeno dei fuochi fatui) e secondo gli scienziati potrebbe essere un indizio dell’ipotetica presenza di microrganismi che lo hanno prodotto negli alti strati dell’atmosfera venusiana.

Possibili tracce di vita su Venere?

Stando a quanto riportato nel comunicato, la scoperta della fosfina su Venere è stata resa possibile grazie al lavoro congiunto di due diversi osservatori astronomici: il radiotelescopio cileno Atacama Large Millimeter Array e il James Clerk Maxwell Telescope situato sul vulcano Mauna Kea, nelle isole Hawaii.

La comparazione dei dati rilevati dai due centri di ricerca in periodi diversi ha permesso agli scienziati di essere relativamente sicuri nell’annunciare la presenza del composto chimico in una concentrazione che oscillerebbe tra le 5 e le 20 parti per miliardo all’interno dell’atmosfera di Venere.

Attualmente infatti la zona di Venere in cui è maggiormente probabile che si possa sviluppare una qualche forma di vita extraterrestre è proprio quella atmosferica a circa 60 chilometri d’altitudine, dato che il suolo venusiano presenta invece condizioni di temperatura (460 gradi di media) e pressione incompatibili con la presenza di vita, o perlomeno con la vita per come la intendiamo noi essere umani.

Per il momento tuttavia gli scienziati preferiscono rimanere cauti, attendendo i risultati di nuove rilevazioni che potranno confermare o smentire se quella scoperta su Venere è effettivamente fosfina o qualche altro composto chimico come l’anidride solforosa.

Nel la presenza di fosfina dovesse essere confermata, rimarrà da capire se questa si è generata tramite processi biologici o attraverso processi chimici abiotici tuttora sconosciuti.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.