×

DoveFila, nasce il sito che ti dice quanta coda c’è al supermercato

Nasce DoveFila, il sito che ti fa sapere quanta coda c'è al supermercato, per proteggere se stessi e gli altri dal contagio del coronavirus.

Coronavirus, sito per evitare coda supermercato
Nasce DoveFila, il sito che ti fa sapere quanta coda c'è al supermercato, per proteggere se stessi e gli altri dal contagio del coronavirus.

Evitare assembramenti e mantenere il distanziamento sociale sono le due regole auree che deve seguire il cittadino per contribuire alla fine della diffusione del covid-19. Bisogna restare a casa, salvo per esigenze di necessità o di lavoro. Come fare a evitare assembramenti in momenti necessari, come la coda al supermercato per fare la spesa? A questa domanda risponde DoveFila, il sito che ti fa sapere quanta coda c’è al supermercato, per proteggere se stessi e gli altri dal contagio del coronavirus.

DoveFila per evitare la coda al supermercato

Il sito di DoveFila permette a chiunque abbia una connessione Internet di verificare il numero di persone in coda e il tempo di attesa medio per entrare al supermercato.

In questo modo si possono evitare lunghe code e di creare assembramenti.

Per rendere il sito più preciso è necessario attivare la geolocalizzazione. Una volta arrivato al supermercato è possibile registrarsi in coda, per far sapere agli altri utenti che la fila è aumentata e per rendere le stime del sito più precise.

Il sito si appoggia all’app DoveConviene, che raccoglie volantini e offerte dei supermercati del territorio, ma funziona soprattutto perché gli utenti possono suggerire modifiche, per rendere i tempi stimati più precisi.

Al momento il sito è attivo nella sua versione beta su tutto il territorio.

Coronavirus, le misure di sicurezza nei supermercati

In generale, i supermercati si stanno mobilitando per rendere sicuro il momento della spesa, sia per i clienti sia per chi lavora. In molti punti vendita è previsto l’ingresso contingentato o l’ingresso di uno alla volta per mantenere il corretto distanziamento di almeno un metro. Altri invece hanno cominciato a misurare la temperatura corporea all’ingresso con un termoscanner, per evitare l’ingresso a persone potenzialmente positive.

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Sheila Khan

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora