> > Instagram renderà riconoscibili i profili dei defunti per Coronavirus

Instagram renderà riconoscibili i profili dei defunti per Coronavirus

Coronavirus, Instagram introduce il riconoscimento defunti

Una nuova feature di Instagram permetterà agli utenti di riconoscere i defunti, l'etichetta è in studio per via della pandemia Coronavirus.

Instagram aveva già in cantiere un’idea per i profili dei defunti, ma vista l’emergenza Coronavirus e le sue vittime ha deciso di accelerare i tempi. Ogni persona che ha un account attivo sul social network, ma che purtroppo ha perso la vita, diventerà riconoscibile attraverso un banner sotto il nome utente.

Effetti del Coronavirus su Instagram

“Remembering” sarà il nome di questa nuova caratteristica introdotta dal team di Instagram. “Ci stavamo lavorando da tempo, ma la drammatica situazione attuale richiede una svolta rapida”, ha dichiarato la portavoce Liza Crenshaw, “per supportare la comunità durante questo difficile periodo”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, novità su Facebook: ti chiederà se hai sintomi

Allo stato attuale delle cose, i familiari di un defunto possono chiedere che un account Instagram diventi commemorativo compilando un form sul sito ufficiale.

Questa procedura permette di conservare il profilo dell’utente, per evitare che venga cancellato, bloccato o hackerato.

Commemorare i defunti sui social

L’account commemorativo non viene mostrato nella pagina “Esplora” del social network, ma i suoi followers possono comunque inviargli messaggi in Direct anche se nessuno potrà leggerli. Questi account saranno comunque convertiti all’avvento del banner “Remembering” per segnalare che il proprietario è defunto.

Anche Facebook possiede una caratteristica simile, dal 2015.

Dal proprio profilo personale è possibile indicare una persona che ne gestirà i contenuti qualora sopraggiungesse la morte. Appena introdotta questa novità, diversi utenti si sono divertiti a spaventare i propri amici gestendo i loro account come se fossero defunti. Da allora, il social network richiede una documentazione più dettagliata sul defunto affinché si sblocchi tale concessione.