×

Sciopero Ryanair: colpite 50000 persone in Europa

Forti disagi dovuti allo sciopero degli equipaggi della compagnia low cost. Oltre 5000 persone coinvolte e 600 voli cancellati in Europa

Mattinata di brutte notizie per coloro in partenza per le vacanze estive: solo in Italia sono 132 i voli che Ryanair ha dovuto cancellare in seguito allo sciopero che vede oggi il personale di bordo incrociare le braccia. Lo sciopero di 24 ore è stato dichiarato da Filt Cgil e Uiltrasporti, e si inserisce nel più ampio quadro di sciopero europeo che coinvolge anche lavoratori di Belgio, Spagna e Portogallo.

Oltre 600 voli cancellati

La compagnia aerea ha infatti dovuto cancellare oltre 600 voli, dovendo rimborsare o trasferire su altri aerei circa 50000 persone. Proprio la Spagna appare essere la più colpita, si calcola infatti che nel paese iberico i lavoratori a scioperare siano stati circa 1.800, ma una forte partecipazione si registra anche in Italia, in particolare a Orio al Serio.
Lo sciopero punta ad ottenere l‘applicazione della legislazione sul lavoro del proprio paese di impiego, oltre che le stesse condizioni di lavoro per i lavoratori a tempo indeterminato e gli interinali, mentre Ryanair rivendica il diritto di applicare ai propri contratti lavorativi soltanto le norme irlandesi.

Denunciato l’arrivo di piloti stranieri

In queste ore il sindacato belga Cne, secondo il quale circa l’80% dei lavoratori belgi ha partecipato all’agitazione sindacale, denuncia inoltre l’intenzione della compagnia low cost di far arrivare equipaggi polacchi e tedeschi per rimpiazzare il personale in sciopero.

Siamo stati informati da centinaia di nostri iscritti che, in queste ore, è in corso da parte della società una massiccia operazione di pesante modifica dei turni di lavoro di una quantità inusualmente elevata di piloti e assistenti di volo.

Una condotta palesemente antisindacale oltre che illecita ed illegittima”.

Denunciata una “condotta illegittima”

Questa la denuncia che le sigle sindacali avanzano nei confronti dell’azienda al Ministero del Lavoro, alla commissione di garanzia degli scioperi e all’Enac. Una lettera in cui si richiede che l’azienda sospenda immediatamente tali pratiche.
Ma Ryanair non ci sta, e prosegue la sua lotta agli scioperi. Infatti la compagnia aerea ha presentato alla Commissione Europea una denuncia in cui, assieme Iag, Wizz Air e Easyjet, accusa la Francia, in quanto con la sua normativa sugli scioperi sarebbe lesiva del diritto fondamentale della libera circolazione entro i confini europei.

Continua la lotta di Ryanair agli scioperi

Scioperi che quindi continuano a colpire la compagnia low cost irlandese, secondo la quale anche in questo caso si tratta di “scioperi completamente ingiustificati, e l’unico risultato che otterranno sarà rovinare le vacanze alle famiglie”. Una linea che non muta quindi la posizione mantenuta nell’ultimo anno, nonostante i ripetuti scontri on i lavoratori che hanno creato difficoltà in numerosi paesi.

Azienda che annuncia per quest’inverno il taglio del 20% della sua flotta di Dublino, adducendo la decisione ad un calo delle prenotazioni dovute appunto agli scioperi occorsi nel paese. Gli aerei presenti nella flotta del paese passeranno da 30 a 24. Una decisione che mette a rischio i posti di circa 100 piloti e 200 membri dell’equipaggio.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche