×

Scontro auto moto a Burolo: morto un centauro 46enne

Scontro auto moto a Burolo: morto un centauro 46enne, la vittima era molto conosciuta in zona per la sua attività di imprenditore in quel di Ivrea

Sul tragico sinistro indagano i Carabinieri di Ivrea

Scontro auto moto a Burolo all’interno della Città Metropolitana di Torino: nel tremendo impatto fra la sua due ruote ed un veicolo è morto un centauro 46enne. A perdere la vita è stato Luigi Fiore Rossetto, notissimo imprenditore della zona originario di un paese dello stesso hinterland, Bollengo.

Rossetto è spirato purtroppo nei locali di emergenza sanitaria del Cto del capoluogo piemontese a causa delle ferite gravissime che aveva riportato dopo lo scontro, avvenuto nella serata di ieri, 11 agosto, lungo la Satatale 228 del lago di Viverone

Scontro a Burolo, morto il centauro Luigi Rossetto

E sulle cause oggettive di quel tremendo sinistro, che come quasi tutti i suoi omologhi si è rivelato fatale per il centauro coinvolto, sono ancora in corso meticolosi accertamenti dell’arma dei Carabinieri.

Luigi Fiore Rossetto era conosciutissimo a Bollengo e nella fetta di territorio dove ha trovato la sua orribile morte; era un imprenditore molto conosciuto e titolare della “Ivrea Camper”, nonché da sempre un appassionato delle due ruote. 

Morto il centauro Luigi in uno scontro a Burolo, illesi gli occupanti dell’auto

Le dinamiche dell’incidente sono lineari e tragiche, anche se ancora molti elementi devono essere censiti a verbale dai militari: la moto alla cui guida era l’imprenditore, per cause da accertare, ha centrato in pieno una vettura all’interno della quale c’erano in tutto tre persone.

Secondo quanto riportato dai media locali gli occupanti del veicolo sarebbero rimasti praticamente illesi, mentre purtroppo ad avere la peggio, come da  tragica prassi con questa tipologia di scontro, è stato il centauro. 

Scontro a Burolo, morto un centauro, Carabinieri all’opera per chiarire cause e dinamiche 

Sbalzato a terra dall’urto violentissimo e malgrado le protezioni standard, Rossetto ha riportato politraumi diffusi talmente gravi che il suo trasporto in eliambulanza deciso dopo l’arrivo dei primi mezzi di soccorso del 118 su ruota è stato vano: è morto al Cto poco prima della mezzanotte.

Toccherà ora ai carabinieri del Comando Compagnia di Ivrea, competenti per territorio, effettuare i rilievi aggiuntivi per comprendere dinamiche esatte a cause del sinistro. I militari hanno ricevuto precise disposizioni dal magistrato di turno che ha “bloccato” la salma per accertamenti tanatologici ed ha aperto un fascicolo di indagine dal cui esito finale dovrà scaturire la verità.

Contents.media
Ultima ora