Scontro Mussolini-Raggi: chiesto alla prima la modifica del cognome, lei risponde con ironia
Scontro Mussolini-Raggi: chiesto alla prima la modifica del cognome, lei risponde con ironia
Politica

Scontro Mussolini-Raggi: chiesto alla prima la modifica del cognome, lei risponde con ironia

Alessandro Mussolini
Alessandra Mussolini

Secondo quando scritto da Alessandra Mussolini su Facebook, il comune di Roma avrebbe proposto il cambio di cognome alla nipote del Duce Benito Mussolini. Scherzo, bufala o cognome ancora "scomodo"?

C’è chi vuole cambiare cognome, perché imbarazzante o causa di pesanti prese in giro. C’è chi invece, come Alessandra Mussolini, europarlamentare di Forza Italia, ne va fiera.

Questo pomeriggio, un funzionario del Comune di Roma ha contattato telefonicamente un membro della mia famiglia comunicando che è in funzione un servizio del Comune per far cambiare rapidamente e facilmente il cognome se ritenuto imbarazzante o che crei disagio“. Questo è quanto ha scritto oggi la nipote di Benito Mussolini, sul suo profilo Facebook. Scherzo, bufala o tentativo, da parte del comune di Roma di fornire un servizio utile alla cittadinanza?

Cambio cognome

Secondo l’europarlamentare, il funzionario comunale avrebbe proposto di cambiare il cognome in “Massolini o Messolini”. In breve è arrivata la smentita da parte del Campidoglio “Il Comune di Roma non eroga ai suoi cittadini alcun servizio – Nè allo sportello, nè telefonicamente – che indichi ai cittadini come ottenere la modifica del cognome.” Nella nota, il comune ipotizza come l’onorevole Mussolini sia “stata vittima di uno scherzo telefonico di cattivo gusto“.

Minaccia di querela

Oltre al comune di Roma, anche alcuni utenti su Facebook hanno ipotizzato uno scherzo o una bufala, “una telefonata a sfottere…..!!!”, l’ha definita qualcuno rispondendo al post della Mussolini, che però non sembra credere all’ipotesi dello scherzo e ha aggiunto che, chi ha chiamato “ha lasciato il proprio nome e l’ufficio, saranno i nostri legali a scoprirlo“.L’onorevole ha poi concluso minacciando possibili querele “La Raggi (o Reggi o Ruggi) riceverà a breve notizie dai nostri legali“. Attaccando, in un ultimo post, il sindaco di Roma: “Chissà se a @RaiPortaaPorta avranno il coraggio di chiedere alla #Raggi (o Reggi o Ruggi) news riguardo questa cosa“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche