×

Scuola: da settembre più attività motoria per gli alunni delle elementari

L'azienda pubblica controllata dal ministero dell'Economia e delle Finanze investirà 16,8 milioni per aumentare l'attività motoria per le elementari.

Scuola

L’azienda pubblica controllata dal ministero dell’Economia e delle Finanze investirà 16,8 milioni per aumentare l’attività motoria per gli studenti delle scuole elementari. La società per azioni Sport e salute ha un piano straordinario per il rilancio della materia.

Scuola, il piano per aumentare l’attività motoria

La società per azioni Sport e salute, azienda pubblica controllata dal ministero dell’Economia e delle Finanze e dedicata alla crescita dello sport di base, ha votato e finanziato un piano straordinario per rilanciare l’attività motoria nelle scuole elementari. L’attività motoria dovrebbe avere un ruolo più importante nel ciclo scolastico.

Alle elementari e alla scuola dell’infanzia non esiste un docente di ruolo, laureato in Scienze motorie. La società, guidata dall’avvocato Vito Cozzoli, in accordo con il ministero dell’Istruzione, ha predisposto un investimento di 16,8 milioni di euro per rafforzare l’educazione fisica. Da settembre, con l’accordo tra Sport e salute spa e il ministero dell’Istruzione, 76.500 classi delle elementari avranno una o due ore di Educazione motoria con un insegnante specializzato che verrà assunto per un anno grazie ai fondi della società pubblica.

L’insieme degli alunni raggiunti dal provvedimento è di un milione e mezzo. Le classe coinvolte dal programma sono il 175% in più.

Scuola: il provvedimento per l’attività motoria

Il provvedimento per il momento coprirà un anno scolastico e la distribuzione delle risorse dipenderà dall’adesione delle varie scuole. Il Sud Italia è la zona più scoperta per quanto riguarda l’educazione fisica e la presenza di palestre scolastiche sul territorio per cui ci si aspetta una forte richiesta.

Per il momento si attende che, per l’anno scolastico 2022-2023, venga approvata una legge sulla “Motoria nel ciclo elementare“, promossa dalla sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali.

Scuola, attività motoria: il programma

Il programma dedicato alla scuola primaria, per potenziare l’attività fisica, si basa sull’apprendimento delle capacità e degli schemi motori di base, sull’orientamento allo sport e sulla diffusione di stili di vita sani e di un’alimentazione corretta. Hanno ideato anche un piano laterale per intervenire sulle scuole secondarie di primo grado, con il coinvolgimento di 1.000 istituti in Lazio, Molise e Abruzzo, ovvero 11.000 classi e 220.000 alunni. Lo scopo è quello di dare la possibilità ai bambini di praticare maggiore attività motoria a scuola, con insegnanti specializzati, laureati in Scienze motorie.

Contents.media
Ultima ora