×

Scuola: Giannelli (presidi), 'dirigenti trattati come dipendenti asl, a discapito studenti'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 18 gen (Adnkronos) – "Le energie dei presidi a livello nazionale sono totalmente assorbite dalla gestione contagi. Abbiamo l'impressione di essere trattati come le segreterie delle Asl che tra l'altro spesso delegano a noi le decisioni poiché non ce la fanno".

Lo dice all'Adnkronos il presidente dell'Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli che denuncia "una grande difficoltà da parte dei dirigenti: Non riescono ad avere riposo. Il sabato e la domenica il lavoro aumenta perché continuano ad arrivare esiti dei tamponi. Gli addetti covid spesso non vogliono lavorare nel weekend, ed i presidi si ritrovano soli a dovere gestire questa marea di comunicazioni".

"E' vero che il dirigente guadagna più degli altri – commenta Giannelli – ma dovrebbe occuparsi della organizzazione didattica e dell'orientamento degli alunni.

Invece si trova a fare smistatore delle quarantene e dei positivi. Stesso vale per i referenti covid. Siamo diventati dipendenti delle Asl, a discapito degli studenti".

Contents.media
Ultima ora