Scuola: verso le convocazioni | Notizie.it
Scuola: verso le convocazioni
Cronaca

Scuola: verso le convocazioni

Pochi prof e molti alunni per classe. Cosa ne sarà della scuola pubblica?

La protesta infinita dei precari

Bologna. Bologna Magazine ritorna dopo le meritate vacanze e ha scelto di ricominciare dalla Scuola che, anche quest’anno, ricomincia con pochi prof. Dopo l’intervista a Felice Spampanato, precario storico, ora è tempo di numeri. Quanti docenti in ruolo per tutta la provincia di Bologna?

Scuola dell’Infanzia: 47 + 6 posti di sostegno. Scuola primaria: 41 +31. Scuola secondaria di primo grado (Scuola media): 21 per tutte le discipline + 22 posti di sostegno. Scuola secondaria di secondo grado (Scuola superiore): 9 (!!!) per tutte le discipline + 19 posti di sostegno. Ma basteranno? No. Ce ne vorrebbero 350 in più e a coprirli ci sono i precari che tra qualche giorno si accalcheranno in massa per conoscere il proprio destino.

Riportiamo una nota dell’assessore all’Istruzione, formazione e lavoro della Provincia di Bologna Giuseppe De Biasi: “L’adeguamento degli 11 docenti aggiuntivi assegnati a Bologna, secondo la ripartizione dell’USR all’interno dei 91 concessi dal Ministero a livello regionale, sono una risposta assolutamente inadeguata in grado di alleviare problematiche prioritarie come quelle delle scuole di montagna e delle classi iperaffollate, non certo di tamponare le emergenze relative ai tre ordini della scuola dell’obbligo.

De Biasi ha centrato un ulteriore problema.

La volontà di tagliare ha come principale conseguenza l’accorpamento di più alunni in una classe. Chi avrà la possibilità sceglierà la scuola paritaria, dunque si assisterà tra qualche tempo allo smantellamento della scuola pubblica. Per l’assessore, la soluzione è la gestione regionale dell’istruzione scolastica. In tal modo, si deciderebbero “organici e risorse su base federale, secondo criteri che tengano conto sia della popolazione scolastica che della virtuosità della gestione. Con gli organici attuali la situazione non è sostenibile. A settembre molti dirigenti faranno fatica a garantire l’apertura e la chiusura delle scuole o ad assicurare il tempo scuola richiesto dalle famiglie”.

Luigia Bencivenga

© Riproduzione riservata

1 Trackback & Pingback

  1. Precari in convocazione | Bologna Magazine

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche