×

Seconda Divisione, il punto: stop alle capolista. Corre l’Alessandria

Condividi su Facebook

Perde, ma sorride a metà, il Casale: i nerostellati si fanno sorprendere in casa dal Cuneo del vecchio Fantini ma mantengono un vantaggio rassicurante sul Treviso, che non va oltre il pari interno contro il Santarcangelo. Su tutte le squadre comunque hanno pesato le fatiche del turno infrasettimanale ma la domenica sorride al Rimini, che si mette alle spalle lo scivolone di Busto Arsizio ed interrompe la serie positiva del Lecco: le prime quattro provano la fuga dall’alto di un +6 emblematico sui valori in campo. E domenica c’è Cuneo-Rimini. Intanto i lariani tornano all’ultimo posto dopo l’ennesima impresa della Pro Patria. La squadra di Cusatis vince anche a Savona ed aggancia la Valenzana in penultima posizione, complicando la situazione dei liguri, allo sbando fuori e dentro il campo.

Continua intanto la scalata del San Marino, che entra in zona playoff, mentre torna alla vittoria Mantova. Intanto l’Alessandria continua la risalita: i grigi regolano la Giacomense e mercoledì, in caso di vittoria nel recupero contro il Savona, potrebbero portarsi a -3 dalla zona playoff.

Funziona la scossa-Buso: il Gavorrano ferma la corsa dell’Aquila grazie al gol di Galbiati, che dopo quattro vittorie consecutive si deve accontentare di un pareggio. Un risultato in fondo non disprezzabile, ma che in un girone così qualitativo (quello del Malservisi è stato l’unico pareggio della giornata) costa il riavvicinamento di quasi tutte le rivali: dal Perugia, che travolge il Fano, alla Paganese che soffre ma regola l’Aversa. Cade invece il Catanzaro: l’Arzanese infligge ai calabresi la seconda sconfitta stagionale, pesantissima in un turno in cui vincono tutti, davanti ma pure dietro, dal Lamezia che torna al successo fino all’inarrestabile Chieti, che sorpassa il Giulianova.

Insomma, ricompattamento generale nei quartieri alti ma novità pure dal fondo: il Celano non molla e rivede la luce dopo il 2-0 al Milazzo nella giornata in cui perdono tutte le altre pericolanti, eccezion fatta per Fondi, Isola Liri e Vibonese. L’1-0 dei calabresi al Campobasso fa saltare la panchina di Provenza. Domenica turno sulla carta pro-Perugia: gli umbri ospitano il Celano nella giornata del riposo della capolista e di Catanzaro-Paganese.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche