×

SENTIMENTI IV

default featured image 3 1200x900 768x576
amore82

Francesco, però, inizia a uscire da solo, inizia ad invaghirsi delle ragazze che incontra sul treno, per recarsi tutti i giorni a Torino all’Università; Maria è all’oscuro di tutto, appare tranquilla e fiduciosa della fedeltà di Francesco: ragazzo oramai fedele e maturo, conscio della bontà contadina. Di nascosto Francesco inizia a frequentare Elena: una dolce ragazza di Savigliano; i due si sono incontrati circa due settimane fa sul treno: la loro vita pare nuova e ben affiatata, tipica degli amori improvvisi ed esilaranti.

I due si scambiano le mail e i numeri dei cellulari per annientare le distanze e dialogare un sacco di cose vere della vita vissuta con emozione soave e disinibita. Iniziano a dialogare in gran segreto, Maria è tenuta all’oscuro di tutto; Francesco ed Elena vivono una relazione emozionante ed intensa. Si incontrano il mercoledì ed il giovedì sera. A differenza di Maria, Elena è una ragazza posata e dolce: rappresenta per Francesco l’anima soave e gemella, foriera di novità eclatanti.

Elena pare divenire l’unica ragione di vita per il bel Francesco. Quest’ultimo continua per ben tre mesi ad incontrare entrambe, ma poi le delusioni sentimentali e le bugie affettive iniziano a lasciare il segno sulla propria vita o esistenza umana precoce. Quando esce con Maria sembra avere una concentrazione maggiore, ma poi iniziano le menzogne e i grattacapi: il quadro inizia a traballare veramente, Francesco inizia ad essere infelice e pensa di confessare dell’esistenza di Maria ad Elena. Elena inizia a piangere e esclama a voce alta: “Mi ami, o no? Lascia stare l’altra per me o non ti vedrò più!!”; i due si danno tempo due settimane per sistemare le questioni affettive, termine entro il quale Francesco dovrà iniziare a pensare a come lasciare per sempre la bella Maria Cosmi. Inizia a prendere il computer portatile e a scrivere: “Cara Maria, in questo periodo di circa tre mesi, le cose tra noi due sono cambiate e di molto: sabato ti aspetto a Torino alla stazione per parlarti di una cosa molto importante che ci riguarda entrambi; la nostra storia d’amore dev’essere rivista e ne dobbiamo parlare con calma e impegno reciproco…”.
A Torino, Maria pare scocciata e inizia a dire: “Temo che ci sia un’altra ragazza nel tuo dolce cuore, non dirmi che mi hai tradita, tutto tra noi, non può finire così…”; dopo oltre 40 minuti di emozioni vere, Francesco inizia a dire: “In questo periodo molte cose sono cambiate, ti ho tradita con un’altra, perché non credevo più in te, ne avevo abbastanza della nostra storia. L’amore tra noi è giunto al capolinea…”. Maria inizia a correre e piangere dalla disperazione esclama a voce alta:”Stronzo! Io ti amavo veramente col cuore, adesso tutto è stato gettato al vento…” e poi prosegue: “Ma, adesso voglio stare da sola…”, Maria prende il cellulare e lo getta sui binari sotto ad un treno. Lascia la stazione con una corsa fulminea e inizia a girovagare per la città: tutto è oramai finito nel limbo del dimenticatoio. Dimenticare è il sogno della sua travagliata esistenza o vita terrena.
Francesco appare oramai lanciato verso un’estenuante nuova vita sentimentale con Elena, si trasferisce all’Università di Cuneo per non incontrare più Maria a Torino. Inizia a studiare sodo, per dimenticare la sua dolce delusione sentimentale. In fondo l’unico colpevole resta lui che ha tradito la sua fidanzata o compagna d’amore.
Maria studia intensamente, e pensa di aver chiuso per un bel po’ con l’amore platonico vero e proprio: foriero di novità eclatanti; per dimenticare la disavventura sentimentale inizia a pensare alla fantascienza che diventa genere letterario. Pensa al ciclo dei robot di Asimov: sogna di essere un alieno e di navigare nell’Universo su di una fantastica Astronave volante alla ricerca di nuovi compagni di viaggio. La fantascienza le permette di dimenticare per sempre il bel Francesco: gli oltre quattro anni di vita trascorsi assieme sono finiti nel limbo del dimenticatoio. L’amore o l’intercalare dello spirito rappresenta una situazione umana emotivamente dipendente dalla fobia sentimentale insita in ognuno di noi. Labile essenza dell’Essere Internettiano del Nuovo Millennio; Maria, si innamorerà di nuovo? Per adesso tutto sembrerebbe presagire di no, ma il tempo e il cuore si muovono in maniera imprevedibile. Maria inizia a girare Torino, in lungo e in largo: cammina a passo spedito lungo gli stupendi portici, osserva il cielo e il creato, il bagliore del cosmo celeste e infinito. Sogna ad occhi aperti la Felicità vera ed entusiasmante, ogni tanto si siede su di una panchina e inizia a piangere a dirotto,e scuote il capo per dimenticare tutto, poi si rincammina per dimenticare la delusione sentimentale. Dimenticare per sempre Francesco è l’obbiettivo primario di questa donna dal carattere forte e debole a seconda degli stati d’animo: l’amore è l’elisir della felicità di lunga vita, dipinge un quadro liberty con forme nuove astratte. La Fantasia Umana o il viaggio del pensiero paiono proiettare Maria verso una nuova e vincente tappa della sua dolce e travagliata esistenza umana: vita umana che deve risorgere e marciare spedita verso l’alba del nuovo domani, il tutto foriero di novità eclatanti ed esilaranti o emblema perenne di nuova e rinvigorita essenza fisica umana e non.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora