×

Sepolta dalla polizia del Regno Unito la bimba trovata morta in una discarica

Sepolta dalla polizia del Regno Unito la bimba abbandonata dalla madre e trovata morta in una discarica il 14 maggio del 2020 a Needham Market

Sepoltura per la piccola "Baby S"

È stata sepolta dalla polizia del Regno Unito la bimba trovata morta in una discarica il 14 maggio del 2020 nell’area rifiuti di Needham Market, nel Suffolk. La piccola “Baby S”, così era stata ribattezzata dopo che la sua identificazione si era palesata come impossibile, venne abbandonata in un cassonetto dei rifiuti durante il primo lockdown.

Nel corso di questi quasi due anni gli agenti della polizia del Suffolk avevano battuto ogni pista possibile per risalire all’identità di quella neonata simbolo dei mesi bui e di un degrado sociale di certo preesistente alla pandemia, ma invano. 

Bimba trovata morta in una discarica nel 2020: è stata sepolta

Ed è stato per questo motivo che, dopo le autorizzazioni di legge, lo scorso giovedì 17 febbraio Baby S è stata sepolta dopo un servizio funebre a Ipswich, alla presenza di alcuni agenti di polizia.

Patrick Eade, il ministrante dell’ufficio funebre, ha spiegato che i poliziotti “hanno ciascuno giocato un ruolo nel fare la cosa giusta, mentre cercavano di mettere insieme i pezzi di questo tragico puzzle assicurando che Baby S venga sepolta in modo dignitoso”. E ancora: “È difficile immaginare cosa stiano vivendo i membri della famiglia di Baby S”. Poi Eade ha chiosato: “Un genitore in lutto non andrà mai avanti, ma deve farlo.

Se in questo momento dovessi lanciare un messaggio alla famiglia di Baby S, sarebbe ‘per favore ditemi cosa posso fare per aiutarvi”. 

Le ipotesi investigative della polizia sulla sorte di Baby S

Secondo la polizia di Suffolk la madre della bambina potrebbe essere stata in contatto con poche persone a causa delle restrizioni anti Covid, tuttavia gravidanza e parto ssono “stati probabilmente evidenti“. L’ispettore Karl Nightingale ha affermato che gli agenti hanno “sempre tenuto la mente aperta su ciò che ha portato la donna a lasciare la figlia in un bidone“.

Contents.media
Ultima ora