Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Sergei Torop, l’ex poliziotto che si dichiara Gesù
Lifestyle

Sergei Torop, l’ex poliziotto che si dichiara Gesù

dichiara
Sergei Torop, l'ex poliziotto che si dichiara Gesù

Sergei Torop è un uomo alquanto particolare. E' un ex poliziotto russo che dichiara di essere il nuovo Messia, ovvero Gesù. Ecco la sua storia.

Sergei Torop, il cui vero nome è Sergei Anatolevic Torop, è conosciuto dai suoi seguaci come Vissarion ed è un predicatore russo. Prima di svolgere la professione di predicatore e diffondere il Verbo di Gesù, era un ex poliziotto. I suoi colleghi di pattuglia raccontano che nel momento in cui inseguiva i criminali intimando loro di fermarsi, questi appena lo vedevano, rimanevano quasi illuminati dalla sua figura e si inginocchiavano davanti a lui.

La sua missione di predicatore lo ha portato alla guida di un movimento, ovvero la Chiesa dell’Ultimo Testamento. E’ un movimento fondato e creato da lui stesso che ha più di 4 mila seguaci, un movimento che si è sparso un po’ in tutta la Siberia dove è presente in circa trenta paesi, oltre ad essere un movimento che coinvolge più di 10 mila persone in tutto il mondo.

111222114552-vice-jesus-of-siberia-00005614-horizontal-large-gallery

Vissarion, come è conosciuto dai suoi tanti seguaci, afferma di essere l’incarnazione del Messia, di Gesù Cristo.

Torop racconta che una notte lo Spirito Santo è giunto a fargli visita, spingendolo a predicare e a diffondere il Verbo, la parola di Gesù.

Il movimento di Vissarion

Il suo movimento si fonda su tre punti fondamentali, su tre credi:

  • il credo nella reincarnazione
  • il credo nel Veganesimo
  • il credo nella fine del mondo che dovrebbe essere imminente.

Il suo movimento, la sua chiesa da lui stesso fondata, ha radici in alcuni precetti della Chiesa Ortodossa russa, nel buddhismo e nell’ecologia. Coloro che appartengono a questo movimento, a questa chiesa, devono seguire alcuni dettami. I suoi seguaci non devono né fumare, né bere né tanto meno usare il denaro.

Oltre al suo movimento, ha dato vita a una comunità, ovvero la comunità di Tiberkul, che consta di circa 5 mila abitanti. La comunità si trova nelle vicinanze delle città di Petropavlovka e Ceremsanka.

Vadim Redkim, in un libro, pubblica ogni anno un volume in cui racconta tutto quello che accade e le varie attività di Vissarion.

I precetti della sua comunità

I suoi seguaci devono essere in armonia con il tutto e fare un lavoro creativo ecclesiastico quotidiano.

I suoi seguaci, coloro che appartengono al movimento da lui fondato, devono creare armonia e bellezza nella propria vita e negli altri. Devono impegnarsi dal punto di vista ecologico, rispettando e amando la natura nel migliore dei modi. Il cibo consumato è solo quello che si coltiva nelle varie abitazioni e i bambini non frequentano le scuole locali. I bambini e le bambine vengono separati per quanto riguarda l’educazione. All’interno della comunità da lui stesso creata, vi è una grande devozione al sole e alla terra con un altare dedicato proprio alla terra e agli insegnamenti che fornisce.

Le donne e le bambine si curano dell’orto e dei pasti. Non si usa denaro, ma ognuno dà quello che può e quello che ha. Per quanto riguarda la tecnologia, sebbene ci sia una sorta di astio verso Internet, si pensa a usarlo il meno possibile e la maggior parte delle volte è utile solo per proseliti e farsi conoscere a più persone possibili.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Simona Bernini 10487 Articoli
Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.