Sergio Rubini a Bari per Frontiere - Notizie.it
Sergio Rubini a Bari per Frontiere
Bari e Puglia

Sergio Rubini a Bari per Frontiere


Non è vero che un treno passa solo una volta.

A “Frontiere – La prima volta”, Sergio Rubini, sarà tra i protagonisti della serata ROSSO DI SERA, mercoledì 28 settembre, nel Teatro Petruzzelli, con la performance “La prima volta davanti all’obiettivo” in collaborazione con Francesco Lopez e Pierluigi Ferrandini.

“Complimenti signor Rubini, lei al contrario della maggior parte degli attori, assomiglia alle sue fotografie!” Era il 1987 e Federico Fellini era alle prese con i provini per il protagonista del suo film “Intervista”. Scelta non semplice, perché quel personaggio doveva interpretare lo stesso Fellini da giovane. Ad avere la parte poi fu proprio Sergio Rubini, anche se il grande maestro riminese ha sempre commentato che, in effetti, l’attore pugliese somigliava maggiormente al giovane Vittorio De Sica. Rubini era arrivato a Roma dalla Puglia (è nato a Grumo Appula, in provincia di Bari, il 21 dicembre 1959), nel 1978 per frequentare l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, dedicandosi inizialmente al teatro.

Esordisce sul grande schermo nel 1985 con “Figlio mio infinitamente caro”, diretto da Valentino Orsini. Attore, sceneggiatore, è nel 1990 che passa per la prima volta dall’altra parte della macchina da presa, e lo fa con una pellicola girata nella sua Puglia, e che rimarca le sue origini, con l’omaggio al lavoro del padre, capostazione. E’ “La stazione”, con lui sul set, c’è anche Margherita Buy. La Puglia del ricordo, quella dell’anima, delle radici, quella che si riesce a raccontare solo ponendo una distanza, un allontanamento e poi un ritorno, è al centro di altre due pellicole che dirige e interpreta, “La terra” (2006) e “L’uomo nero” (2009). Prima, durante e dopo ha continuato a lavorare con grandi registi, tra i quali, Gabriele Salvatores in “Nirvana” (1997), “Denti” (2000), “Amnèsia” (2002). Dopo 25 anni è tornato alla sua antica passione, con una tournée che lo sto portando nei più bei teatri d’Italia con il reading di poesia e letteratura “A cuore aperto.

Voci del Novecento, da Neruda a Sanguineti”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche