> > Serie A, il Napoli riparte subito: Sampdoria stesa 2-0 e +7 sulla Juventus

Serie A, il Napoli riparte subito: Sampdoria stesa 2-0 e +7 sulla Juventus

Serie A, il Napoli riparte subito: Sampdoria stesa 2-0 e +7 sulla Juventus

Il Napoli non sbaglia due volte e vince 2-0 in casa della Sampdoria di Stankovic: padroni di casa in dieci per tutto il secondo tempo al Ferraris

Il Napoli riparte subito e dopo la sconfitta contro l’Inter risponde alle rivali, imponendosi 2-0 in casa della Sampdoria.

Partenopei tosti, anche se non ancora brillanti, decisivi i gol di Osimhen ed Elmas su rigore. Venerdì c’è la super sida con la Juventus, attualmente a -7 da Spalletti.

Le formazioni ufficiali 

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Murillo, Nuytinck, Murru; Leris, Vieira, Rincon, Augello; Verre; Gabbiadini, Lammers. Allenatore: Stankovic.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim Min-jae, Jesus, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Elmas; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.

Allenatore: Spalletti

La partita, il primo tempo

Il Napoli dimostra da subito che la sconfitta di San Siro contro l’Inter non ha lasciato scorie da smaltire e parte fortissimo. I partenopei iniziano all’attacco e al 4′ guadagnano un discusso calcio di rigore, assegnato dall’arbitro Abisso dopo aver consultato il VAR. Sul dischetto ci va Politano che fallisce però. Il vantaggio la squadra di Spalletti lo trova al minuto 19 con il solito Osimhen che sfrutta l’assist di Mario Rui e di testa imbuca Audero.

Altra svolta alla gara al 36′, quando Rincon viene espulso dopo un’entrata durissima sul solito Osimhen.

La ripresa

Nel secondo tempo la Sampdoria si rioganizza e affronta il Napoli in inferiorità numerica, costringendo anche i campani a una gara più tattica. La squadra di Spalletti controlla la partita senza forzare più di tanto e rischiando praticamente mai. All’82 un fallo di mano di Vieira vale un nuovo rigore per il Napoli: Elmas trasforma dal dischetto e fa calare il sipario a Marassi.

LEGGI ANCHE: Gianluca Vialli, ecco la lettera della moglie: “Siamo devastati”