Serie A: Palermo-choc, al Barbera passa il Cesena (0-1) - Notizie.it
Serie A: Palermo-choc, al Barbera passa il Cesena (0-1)
Calcio

Serie A: Palermo-choc, al Barbera passa il Cesena (0-1)

Altro che record storico eguagliato: il Palermo s’inceppa ad un passo dalla settima vittoria interna consecutiva e cede l’intera posta ad un Cesena trasformato dalla cura Arrigoni. Terza vittoria nelle ultime quattro partite per i romagnoli che archiviano un sabato perfetto dopo le sconfitte di Lecce e Siena: successo meritatissimo quello dei bianconeri, apparsi totalmente trasformati rispetto alla squadra timida vista contro la Juventus. Ma pure l’avversario era molto diverso: perché se la capolista ha da subito schiacciato il Cesena nella sua metacampo impedendo anche le ripartenze, il Palermo ha disputato una brutta partita, con reparti scollati e sempre in difficoltà davanti al pressing romagnolo. Troppo osè evidentemente la scelta di Mangia di schierare due punte più Pinilla: la squadra ha patito in mezzo e soprattutto dietro. Arrigoni invece non ha avuto paura di presentarsi al Barbera con quattro attaccanti e proprio il 4-2-3-1, con Eder a scambiarsi il ruolo di punta unica con Mutu e Ghezzal e Candreva a completare la batteria di trequartisti, è parso lo schieramento ideale per inseguire una salvezza che certo il parco attaccanti rende alla portata.

Il Cesena si difende con ordine ma riparte senza paura, attaccando anche con cinque-sei giocatori e sfiora più volte il vantaggio già nel primo tempo con Mutu, che impegna Benussi dalla distanza, e con Eder, autore di due conclusioni sul fondo.

Il Palermo si sveglia nella seconda parte della prima frazione ma Ravaglia, il vice Antonioli, è super su un tiro ravvicinato di Silvestre e su una conclusione di Miccoli. E’ però un’illusione perché l’avvio di ripresa è ancora bianconero: Benussi dice di no ad una punzione di Mutu ma poi si deve arrendere all’imperioso stacco di testa del rumeno, al 19’, su angolo di Candreva. Meno di due minuti dopo viene espulso per doppia ammonizione il disastroso Munoz, e la partita sembra finita. Ma al Cesena viene un po’ di braccino: i romagnoli arretrano troppo ed il Palermo prova l’assedio, senza però creare alcuna vera occasione. Al contrario è Bogdani a divorarsi in contropiede il pallone del raddoppio ma non ce n’è bisogno per la seconda vittoria del Cesena in casa del Palermo, quasi quindici anni dopo il colpo firmato Hubner. Sette mesi dopo la folle rimonta da 2-0 a 2-2 nel recupero, il futuro del Cesena passa ancora dal Barbera.

Palermo-Cesena 0-1

Marcatore: 63’ Mutu

Palermo: Benussi; E.

Pisano, Silvestre, Munoz, Balzaretti; Acquah (68′ Mantovani), Bacinovic (33′ Bertolo), E. Barreto; Ilicic; Pinilla (63′ Varela), Miccoli. (Tzorvas, Cetto, F. Della Rocca, E. Alvarez). All.: D. Mangia.

Cesena: Ravaglia; Ceccarelli, Von Bergen, Rodriguez, Rossi; Parolo, Guana; Ghezzal, Candreva, Mutu (78′ Djokovic); Eder (73′ Bogdani). (Calderoni, Benalouane, Ricci, T. Arrigoni, Malonga). All.: D. Arrigoni.

Arbitro: Calvarese (Teramo)

Ammoniti: Rodriguez, Munoz, Acquah, Eder, Ghezzal e Rossi.

Espulso: Munoz al 64’ per doppia ammonizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche