Serie A: Roma inguardabile, il Siena ringrazia (1-0) - Notizie.it
Serie A: Roma inguardabile, il Siena ringrazia (1-0)
Calcio

Serie A: Roma inguardabile, il Siena ringrazia (1-0)

La goleada contro l’Inter non fu vera gloria. Questa la sentenza che non ammette repliche della notte del Franchi dove una delle peggiori Roma della stagione perde di misura contro il Siena non cogliendo l’occasione d’oro di avvicinarsi alla zona-Champions offerta dai passi falsi di Udinese ed Inter. Viceversa i toscani centrano tre punti d’oro in chiave salvezza che fanno quattro con quello strappato alla Juve: un agguato quasi decisivo alle speranze di Lecce, Cesena e Novara. Quanto alla Roma si è vista la versione più brutta per non dire presuntuosa dei giallorossi, all’ottava sconfitta in campionato, seconda consecutiva in trasferta: ma se a Cagliari almeno la Roma aveva creato palle gol in quantità nel secondo tempo, alla MontePaschi Arena il primo tiro in porta su azione è arrivato al 37’ della ripresa per merito di Borini, poco più di una formalità per un Pegolo attentissimo e protetto da una squadra dedita al mutuo soccorso.

A decidere la partita è stato un rigore di Calaiò in avvio di ripresa, concesso per un contatto molto dubbio tra Kjaer, appena subentrato all’acciaccato Juan, e Destro: episodio dubbio ma non è certo il caso di recriminare troppo per una Roma davvero involuta, la solita squadra da vorrei ma non riesco che fallisce costantemente quando è chiamata a fare il salto di qualità.

Certo Luis Enrique può lamentarsi del fatto che nessuno, in Spagna, gioca come il Siena, autore nel secondo tempo di un catenaccio d’annata e francamente eccessivo vista l’inconsistenza in attacco della Roma ma se i giallorossi macinano gioco in quantità fermandosi sempre alla trequarti non può certo essere colpa dei bianconeri quanto di molteplici motivi: in primo luogo di un centrocampo che difetta di personalità e cambi di passo, a cominciare dal deludente Viviani, e poi di un trio d’attacco in pessima serata ed oltremodo statico senza contare la prestazione sottotono dei terzini, preoccupati delle ripartenze degli esterni senesi.

Sannino vede quindi materializzarsi la partita che aveva preparato con due linee ordinatissime, sovente rinforzate dalla coppia di attaccanti instancabile nel pressing alto. Ma contrariamente a quanto successo contro la Juve i toscani non disdegnano le ripartenze ed anzi sono proprio loro a creare le tre occasioni più nitide della prima frazione, rigorosamente di rimessa ma prima Destro alza troppo il pallonetto su un lancio lungo dalle retrovie, poi Calaiò incrocia troppo il destro e conclude di un soffio a lato su assist di Vergassola ed infine ancora Destro non centra la porta in corsa su cross dalla destra di Giorgi.

Insomma la solita Roma che si piace ma troppo distratta dietro ed inoffensiva: Pegolo infatti nel primo tempo si sporca i guanti solo su una punizione di Lamela. Nel secondo il Siena capitalizza l’occasione del rigore e poi tira la linea maginot: di fatto i toscani non supereranno quasi più la metacampo ma la lentezza e la prevedibilità della Roma è disarmante anche dopo il ritorno in campo di Osvaldo.

Passaggi ai due all’ora e zero movimenti senza palla, ed un solo tiro in porta: alla fine Mezzaroma può festeggiare una vittoria inattesa per tutta la città. Ed anche per Lecce, Cesena e Novara…

Siena-Roma 1-0

Marcatori: 51’ rig. Calaiò

Siena: Pegolo; R. Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso; Giorgi (77’ Parravicini), Vergassola, Gazzi, Brienza; Calaiò (70’ Calaiò), Destro (83’ Grossi). (Farelli, Contini, A. Rossi, D’Agostino). All.: G. Sannino.

Roma: Stekelenburg; Rosi, Juan (46’ Kjaer), Heinze, Josè Angel; F. Simplicio (68’ Bojan), Viviani, Pjanic; Totti (59’ Osvaldo); Borini, Lamela. (Lobont, Taddei, L. Greco, Perrotta). All.: Luis Enrique.

Arbitro: Rocchi (Firenze)

Ammoniti: Totti, Kjaer e Grossi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche