×

SEX WAR

default featured image 3 1200x900 768x576
18191 466157623428224 1153057569 n

di Carlotta Miller

Sapevo che sarebbe bastata anche solo una leggera scossa per scatenare uno tsunami e il rumore dell’alta marea si stava avvicinando.
Sentivo quasi il mare che stava iniziando a risucchiarsi lentamente e che avrebbe spazza
to via il mio castello di sabbia di illusioni, d’amore.
Eppure mi dicevo il nostro amore avrebbe superato anche questo, avrebbe resistito a tutta questa follia insensata. Fuori aveva iniziato a piovere, l’aria era irrespirabile, questa volta non avrebbe rovinato tutto, sarebbe stato diverso, dovevo avere fiducia, avevamo un appuntamento e non uno qualsiasi, di quelli che si hanno durante una relazione a lungo termine stabile e felice, della domenica sera, per andare non so al cinema e mangiare una pizza.

Quello era il nostro appuntamento, che aspettavo da due anni, che stavamo, credevo io, aspettando insieme.
Finalmente l’aereo decollò, e l’aria condizionata divenne più forte.
Su Glamour c’era un articolo su come amare gli uomini difficili, descriveva le varie categorie degli uomini difficili.
Paranoici, cattivi, passivi, ansiosi, depressi, traditori, inaffidabili, perdenti, i narcisi, ma mi sovvermai a caso sui NARCISI:
Persone che creano veri e propri regni, fanno le guerre alla loro maniera, seguendo soltanto le loro regole, obbedendo soltanto alle loro leggi, il loro sogno.

Sono spesso persone teatrali e distruttive, ma si può avere un’attrazione fatale per i mascalzoni, colludendo e creando una relazione di complicità sadomasochista, dove arriva il momento in cui ci si salva la vita. Scappando lontano da loro.
Un serial killer pericoloso continuai a pensare.
Arriva un momento in cui chi li ama deve salvarsi la vita o scappando o sopravvivere rinunciando a reciprocità e gratificazioni.
Ero troppo eccitata per accettare questa realtà, troppo innamorata per lasciarlo, e scappare via da lui, così mi rifugiai nel sesso, il sesso è sempre stato il mio peccato preferito …
Immaginai il completino intimo che avrei indossato una volta sola con lui e mi addormentai e lo sognai …Copyright WGAW Registration Number: 1433848

Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda. (Horacio Verbitsky) Simona, laurea in Psicologia presso l'Università di Roma La Sapienza Giornalista-pubblicista di politica interna, estera e cronaca, scrittrice Amo l'amore, scrivere, il mare, la neve e la vita


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Carlotta Miller
24 Novembre 2012 13:19

di Carlotta Miller


Contatti:
Simona Pagliarini

Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda. (Horacio Verbitsky) Simona, laurea in Psicologia presso l'Università di Roma La Sapienza Giornalista-pubblicista di politica interna, estera e cronaca, scrittrice Amo l'amore, scrivere, il mare, la neve e la vita

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora