×

Shamrock-Juve 0-2, per i bianconeri buona la prima

Condividi su Facebook

Esordio vittorioso per la nuova Juve targata Del Neri nei preliminari di Europa League, primo impegno ufficiale di stagione per i bianconeri. 2-0 e tutti a casa, ritornando da Dublino con la qualificazione al turno successivo ormai in tasca e con la convinzione che il lavoro intrapreso sta dando i suoi frutti. Niente ha potuto la compagine irlandese dello Shamrock contro una Juve attenta, caparbia e con troppa qualità in più rispetto all’undici di casa, che non ha potuto far altro che soccombere – nonostante abbia provato ad impensierire i bianconeri – incassando un gol per tempo. Gara sostenuta già a buon ritmo, contro un avversario che fa della fisicità la sua componente peculiare e per di più avanti con la preparazione, gioco sulle fasce di buona intensità che sigilla col marchio di fabbrica del mister ex doriano una prova consistente, Diego reinventato seconda punta che comincia ad incidere in modo più sostanziale ed un Amauri, mattatore della gara con la sua doppietta, che sembrava nuovamente l’”animale” che si poteva ammirare ai tempi di Palermo e nel suo inizio in maglia juventina.

Buona la prima dunque, e se il buongiorno si vede dal mattino, sperando che “Paganini” abbia voglia di ripetersi, un raggio di luce ieri ha squarciato il Tallaght Stadium colorando le speranze per il prossimo futuro. Anche mister Del Neri al termine dell’incontro ha mostrato tutta la sua soddisfazione per la buona prova dei suoi, che in pratica rappresenta un’ipoteca per il passaggio del turno: Era una partita che contava. La squadra deve migliorare molto, ma ha messo in campo quelle che sono le sue caratteristiche: grande intensità e grande velocità. Stiamo bene, ma bisogna fare un passo alla volta. Vincere era importante e lo abbiamo fatto meritatamente. Dobbiamo acquisire la mentalità giusta, non farci illusioni, lavorare sempre e migliorare, possibilmente, partita dopo partita.

– passa quindi al plauso ad Amauri – Due gol, un palo e inoltre ha lavorato bene. Se sta bene è un giocatore in grado di dare molta fisicità, da profondità ed è pericolosissimo in area di rigore. Questo è Amauri. Sono contento per lui, perché la doppietta gli darà grande fiducia, ma soprattutto sono felice per la squadra, che grazie a questa vittoria acquista autostima, sicurezza e credibilità. – Chiellini-Bonucci hanno già dato grandi garanzie – Era una coppia inedita che aveva lavorato poco insieme finora. Hanno fatto un’ottima gara contro una squadra non tecnicamente eccelsa, ma molto spigolosa. Hanno tenuto molto bene e sono stati agevolati dal lavoro del centrocampo. Deve essere tutta la squadra a difendere e, allo stesso modo, attaccare. – nessuna ripercussione dalla scorsa annata – Questo lavoro porta molto stress ed impegno psicologico.

Ma nel calcio si dimentica presto e sarà importante prendere qualcosa di positivo dalle annate storte, come quella passata. Sarà da insegnamento per la squadra. – le componenti che hanno maggiormente soddisfatto il mister – Sicuramente l’attenzione messa in campo. Ma anche l’applicazione dei giocatori arrivati da poco in ritiro; questo significa che hanno caratteristiche di impegno. Nonostante qualcosa sia andato bene e qualcosa male com’è normale che sia, possiamo e dobbiamo ancora migliorare molto. – una battuta anche sul capitano, Del Piero, entrato in campo negli ultimi minuti – E’ un giocatore della Juve come tutti gli altri. Fa parte del gruppo. Tutti avranno l’opportunità di mettersi in mostra. – chiudendo sul mercato – Krasic e Dzeko? Se dovesse arrivare qualcosa meglio, ma in questo momento sto allenando un gruppo e spero che rimanga questo. Moratti dice che la Roma è l’antagonista dell’Inter? Ha ragione. Loro, invece, sono quelli che devono difendere il titolo. Gli altri, come noi, stanno a ruota e vediamo cosa succede”. Alla soddisfazione dell’allenatore fa eco la gioia di Amauri, tornato finalmente ai livelli che gli competono: “Sono contento di essere tornato finalmente a fare goal – dichiara il brasiliano -, sto lavorando da inizio ritiro solo ed esclusivamente per questo. La cosa è fondamentale per far sì che la stagione vada nel miglior dei modi è quella di stare bene fisicamente, evitando qualsiasi tipo di infortunio, e di sfruttare al 100% le occasioni che capiteranno in futuro”. Ed infine anche le parole di Pepe, all’esordio in maglia bianconera in una gara ufficiale, ancora una volta ottimo sulla corsia di destra col suo moto perpetuo ed i suoi cross tagliati: “Stasera abbiamo giocato in un clima caldo, in uno stadio piccolo in cui i tifosi hanno dato tutto, proprio come i giocatori in campo. Noi siamo appena all’inizio della stagione e la condizione non può essere ottimale. Ma giocando di squadra, come abbiamo fatto stasera, si sopperisce anche a questo. Con il passare del tempo e la crescita della forma, la situazione non potrà che migliorare“. La situazione non potrà che migliorare dice l’ala ex Udinese, e da ciò che la Juve ha mostrato ieri sera c’è da scommetterci.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche