×
L’opinione di Gianluigi Nuzzi

Sì a una donna Presidente della Repubblica, ma anche gli uomini firmino la petizione

Una donna Presidente della Repubblica sarebbe un passo molto in ritardo ma indispensabile: in Europa siamo secondi solo al Vaticano.

quirinale il toto nomi mattarella liliana segre 768x502

Sta partendo una raccolta di firme perché il prossimo Presidente della Repubblica sia una donna. A firmare questo appello sono solo donne che cadono nel tranello di fare petizioni di genere. Dovremmo essere noi uomini a firmare questa petizione e dunque auspico che questi promotori si rivolgano soprattutto agli uomini.

Evviva una donna Presidente della Repubblica italiana, sarebbe un passo molto in ritardo ma indispensabile, perché questo Paese non solo ha bisogno delle donne ma ha bisogno di valorizzarle, di dare loro lo spazio che meritano. Invece siamo lontani anni luce. In Europa siamo secondi solo al Vaticano, dove le donne fanno le commesse nelle case degli anziani cardinali, fanno le sguattere, come si diceva una volta.

E allora sì a una donna Presidente della Repubblica, ma le petizioni dobbiamo firmarle tutti, non solo le donne.

Contents.media
Ultima ora