×

Si sveglia in un lago di sangue e scopre di aver ucciso la moglie nel sonno

Condividi su Facebook

Strana e terribile disavventura accaduta. Un uomo si sveglia nel cuore della notte in un lago di sangue e scopre di avere ucciso la moglie nel sonno.

“Credo di avere ucciso mia moglie”, sono queste le prime parole pronunciate da Matthew James Phelps, un giovane di 27 anni, non appena chiama il 911 quella mattina appena si sveglia nella sua camera da letto.

La vicenda

Il giovane, appena sveglio, si trova immerso in un lago di sangue, mentre la moglie si trova senza vita sul pavimento della camera, dopo essere stata accoltellata.

Matthew e la moglie Lauren Ashley Nicole Hugelmaier di anni 29 sono sposati dallo scorso novembre e le loro foto sui social sono il segno della loro unione felice, del loro amore.

La telefonata al 911

Appena si è svegliato sporco di sangue e con la moglie riversa sul pavimento, ha contattato immediatamente il 911 raccontando di aver assunto un dosaggio maggiore di un farmaco preso. Ecco le parole del giovane in merito: Ho sognato, mi sono svegliato e ho acceso la luce.

Lei era morta sul pavimento. C’era del sangue sul mio corpo e un coltello insanguinato nel letto. Credo di averla uccisa io. Non meritava questo». E’ questa la confessione fatta dal giovane al The News and Observer.

In seguito alla telefonata, la polizia è giunta nella casa dell’uomo, a Raleigh, Carolina del Nord. La donna, nonostante fosse in fin di vita, è stata trasferita mentre lui è stato arrestato. Alla polizia, ha continuato a parlare del sovradosaggio della medicina dicendo: «Ho assunto più medicina di quanto avrei dovuto.

Ho preso del Coricidin».

La Bayer, l’azienda che produce il prodotto, ha informato i cittadini che «non c’è nessuna evidenza che suggerisce che la sostanza sia associata a comportamenti violenti».

Le indagini della polizia

Le indagini continuano cercando di arrivare a cosa sia successo e come sia stato possibile. Lui, nel frattempo, rimane in carcere con l’accusa di omicidio, mentre il paese non riesce ad accettare quanto successo e non riesce a capacitarsi di questo gesto.

La coppia era molto conosciuta e benvoluta. La moglie era una insegnante, mentre lui stava studiando per diventare pastore religioso.

La morte di Lauren è stata un lutto tremendo per gli amici, i familiari e i colleghi e tutti coloro che la amavano ed esprimono il loro cordoglio sulla sua pagina Facebook. In base alle ultime informazioni, i funerali di Lauren si sono celebrati nella giornata di lunedì pomeriggio, mentre Phelps sta aspettando di apparire davanti ai giudici per la prima volta nella giornata di domani pomeriggio e proprio lì si cercherà di capire cosa sia davvero successo e di fare luce sul caso.

Phelps resta l’unico colpevole della morte della moglie.

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Simona Bernini

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.