Sigaretta elettronica: liquidi fai da te semplici
Sigaretta elettronica: liquidi fai da te semplici
Salute

Sigaretta elettronica: liquidi fai da te semplici

sigaretta elettronica

Negli ultimi anni la sigaretta elettronica è diventata molto popolare. Con pochi strumenti è possibile preparare dei "liquidi fai da te" con gli aromi preferiti, con creatività e sicurezza.

Il vizio del fumo è una delle attività più dannose al mondo, come confermano i maggiori studi del settore in materia di salute e prevenzione delle malattie. I danni maggiori si estendono dalle più comuni malattie cardiovascolari sino alle più gravi forme tumorali. Forse anche per questo, la tecnologia ha studiato un modo per combattere i danni della sigaretta , progettando la famosa sigaretta elettronica.

Vantaggi della sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica è composta da una batteria, solitamente ricaricabile, ed un atomizzatore, un congegno che vaporizza il contenuto liquido della cartuccia (la stessa tecnologia dell’aerosol).

I vantaggi dell’uso della sigaretta elettronica, rispetto alla sigaretta tradizionale, sono molteplici. In primis, anche se ancora non dimostrato scientificamente, si pensa ad una possibile minor incidenza delle malattie tipiche da fumatore. Difatti la principale differenza con le sigarette normali sembra essere la mancanza della combustione, che è quella che provoca i maggiori danni all’apparato respiratorio. Il liquido della sigaretta elettronica altro non è che un composto formato da una percentuale di nicotina minima, comunque modulabile, e delle essenze liquide per dare un aroma al fumo prodotto.

Non vi sono tutti i componenti aggiuntivi tipici della sigaretta, come la carta, colla e ovviamente il tabacco. L’altro vantaggio è che per gli stessi motivi vi è anche una diminuzione del fumo passivo e dei relativi danni a esso correlati. In poche parole, chi sta vicino a voi non dovrà sorbirsi la sua dose di fumo, ma probabilmente solo le essenze emanate dalla vostra sigaretta elettronica.

Diminuire l’assunzione di nicotina

La sigaretta elettronica permette di usare delle soluzioni con varie percentuali di nicotina, a seconda delle preferenze e all’anzianità del fumatore, potendo così gradualmente scalare la percentuale di nicotina man mano che il vizio del fumo si riduce, permettendo ad una diminuzione di assunzione di nicotina graduale e controllata. Possiamo dire quindi che la sigaretta elettronica può essere un valido strumento per coloro che volessero smettere di fumare o per chi vuole coltivare il vizio senza i danni della sigaretta tradizionale.

Preparare liquidi “fai da te”

Esistono in commercio diversi aromi in liquido che permettono di ricaricare la cartuccia della vostra sigaretta elettronica.

Hanno un costo variabile che dipende dalla qualità dell’aroma, dalla percentuale di nicotina e dalla quantità di liquido presenti nella boccetta. Solitamente si comprano nei negozi dedicati alla vendita di sigarette elettroniche o presso alcuni tabacchini autorizzati.

Qualora si volesse ricorrere a liquidi “fai da te” casalinghi, vi sono delle componenti per preparare delle soluzioni per ricaricare le proprie cartucce.

Ingredienti per la preparazione

Aroma: è la fragranza emanata nell’aria dal vaporizzatore ogni volta che userete la sigaretta elettronica. Ne bastano poche gocce per dare al liquido l’essenza desiderata e vi sono oramai centinaia di aromi in commercio per ogni gusto ed esigenza. La glicerina vegetale viene invece utilizzata per aumentare la fumosità del vapore. Ha solitamente delle percentuali variabili le quali possono aumentare o diminuire indirettamente la percezione dell’aroma del liquido. La nicotina, da modulare in varie percentuali a seconda della preferenza . Per rendere la soluzione più fluida useremo poi l’acqua bidistillata, per meglio vaporizzare il liquido.

Per ultimo c’è il Glicole propilenico che serve per diluire e diffondere gli aromi della soluzione.

Preparare il nostro liquido “fai da te”

Per creare la nostra soluzione si consiglia l’uso dei calcolatori, in modo da avere delle corrette proporzioni di ogni elemento del composto senza andare troppo “a naso”. In seguito, dopo le prime volte, potremmo usare l’esperienza e la creatività. Se non vogliamo usare un calcolatore possiamo acquistare direttamente la base già pronta, ovvero il composto di glicerina vegetale con acqua bidistillata e glicole propilenico insieme alla percentuale di nicotina preferita, che può arrivare fino a 18mg/l. Una volta che abbiamo in mano la soluzione bisognerà travasarla in un contenitore di vetro, o un contenitore graduato e aggiungere l’aroma desiderato (ne basta qualche goccia). Per raggiungere il risultato voluto probabilmente avremo bisogno di fare diverse prove, ma è esperienza che ci permetterà di essere più precisi la volta successiva.

Alcuni aromi sono meno concentrati e possono risultare blandi quindi occorrerà mettere più gocce alla base per “insaporirla” di più.

Strumenti utili alla preparazione

Si consigliano, durante la procedura di preparazione e miscelazione, l’uso di alcuni strumenti utili a lavorare in sicurezza ed una certa precisione. I guanti in lattice per evitare di ungerci le mani, specie quando si maneggia la nicotina. Una siringa abbastanza lunga con ago aspiratore senza punta per aspirare i liquidi, dei flaconcini vuoti per versare i vari elementi utili alla miscelazione, un contenitore graduato e delle etichette adesive per identificare il contenuto dei vari flaconcini.

E’ consigliabile una sterilizzazione ottimale dei vari strumenti ogni volta che vengono utiizzati per garantirne la durata e la giusta igiene necessaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche