×

Sigfrido Ranucci indagato per minacce nell’ambito della lite con il deputato Ruggieri

Il giornalista e conduttore Sigfrido Ranucci risulta indagato per minacce dopo la lite con il parlamentare forzista Ruggieri.

sigfrido ranucci hackerato
sigfrido ranucci hackerato

Il conduttore di Report Sigfrido Ranucci risulta indagato per minacce dalla procura di Roma. Un atto dovuto che segue la denuncia di Andrea Ruggeri, parlamentare di Forza Italia e membro della Commissione di Vigilanza Rai.

Sigfrido Ranucci indagato per minacce

La vicenda ha inizio il 24 novembre 2021 quando Davide Faraone, esponente di Italia Viva, ha portato in vigilanza un dossier anonimo su presunte molestie sessuali perpetrate da Ranucci ad alcune colleghe. Ruggeri, in commissione, era intervenuto sostenendo che “quella lettera era anonima, che l’aveva ricevuta anche lui ma che aveva deciso di cestinarla“.

Il giorno dopo il parlamentare e il conduttore si sono sentiti telefonicamente e il secondo ha espresso tutto il suo sdegno sentendosi diffamato.

Un’indagine interna alla Rai ha poi confermato la falsità delle accuse e l’infondatezza del contenuto della missiva.

I messaggi di Ranucci a Ruggieri

Nel frattempo però i messaggi tra Ranucci e Ruggieri raggiungono toni sempre più accesi, con il giornalista che ha così scritto: “Quello che avete fatto è vergognoso. A me potete buttare tutto il fango che maneggiate. Ma che, per buttarlo su di me, abbiate coinvolto persone innocenti è indegno.

Poi detto da uno che ha come capo il top player mondiale del bullismo sessuale è comico. Ripreso da un giornale che ha come direttore uno che, secondo segnalazioni arrivate in redazione, adescava le minorenni è ancora più comico. Pure a me arrivano dossier anonimi su politici che usano cocaina, pensa se usassi lo stesso metro“.

Poi l’accusa: “Siete tu e il tuo capo pratici di bullismo sessuale“. Il riferimento è a Silvio Berlusconi.

Contieniti, qui non si spaventa nessuno. Io ti ho praticamente difeso“, ha risposto Ruggieri per poi far scattare la denuncia. Ora il pm Carlo Villani dovrà decidere se quelle del conduttore siano state minacce o meno.

Contents.media
Ultima ora