×

Sileri: “Stop a certificati e richieste di tamponi con il 50% vaccinati”

Secondo Sileri una volta immunizzato il 50% della popolazione vaccinabile andrebbero tolti certificati e richieste di tamponi.

Sileri certificati tamponi

Il sottosegretaruo alla Salute Pierpaolo Sileri ha affermato che quando in Italia sarà stato vaccinato il 50% della popolazione si potrà dire stop alla richiesta di certificati e tamponi.

Sileri su certificati e tamponi

Intervistato durante la trasmissione In vivavoce in onda su Rai Radio1, l’esponente del governo ha spiegato che se si incontrano tutte persone vaccinate con prima e seconda dose, “non vedo perché debba essere chiesto un tampone o perché debba essere tenuta ancora la mascherina“.

Secondo lui è giusto tenerla al chiuso, negli ambienti di lavoro e sui mezzi pubblici perché si può sapere se chi si incontra è vaccinato. Ma tra persone che si conoscono e sono tutte vaccinate no, “non vedo perché io non potrei invitare a casa 15 vaccinati tutti insieme“.

Per quanto riguarda i tamponi, la sua idea è quella di riservarli a chi non ha ricevuto il vaccino, non ha completato il ciclo o ha sintomi.

Altrimenti si rischia una ridondanza di certificazioni.

Come già annunciato anche dal commissario Figliuolo, Sileri ritiene che con questo ritmo alla fine dell’estate si avrà l’80% dei vaccinabili immunizzati. Ora in Italia le persone attualmente vaccinabili sono circa 54 milioni e vaccinarne l’80% significherebbe aver raggiunto la protezione di comunità. Ha infine ricordato che a breve potrebbe arrivare per i più giovani anche il vaccino anti-Covid di Moderna, che ha chiesto all’Ema l’autorizzazione per la fascia tardo adolescenziale (tra i 12 e i 17 anni, come già avvenuto tra i 12 e i 15 per Pfizer).

Ciò significa avere un’arma in più per quasi 2 milioni di adolescenti.

Contents.media
Ultima ora