×

Silì, minaccia di morte i genitori con roncola e coltello: arrestato 25enne

Un ragazzo di 25 anni è stato arrestato a Silì per aver minacciato di morte i suoi genitori con roncola e coltello.

Carabinieri

Gli agenti della Questura di Oristano hanno effettuato tre interventi diversi in pochi giorni, per cercare di mettere fine ai maltrattamenti e alle persecuzioni che stavano accadendo all’interno della famiglia. 

Minaccia di morte i genitori: arrestato

Una storia davvero terribile, avvenuta in una famiglia di Oristano. Sono stati tre gli interventi degli agenti per cercare di fermare i maltrattamenti e le persecuzioni che stavano accadendo in più di una famiglia. In questa situazione le cose sono presto degenerate, portando ad un arresto. Un ragazzo di 25 anni, completamente ubriaco, ha minacciato i suoi genitori con un coltello prima e in seguito con una roncola. Il fatto è accaduto a Silì.

Gli agenti della Squadra Volanti della Questura di Oristano sono intervenuti immediatamente, per evitare che la situazione potesse andare oltre e finire nel peggiore dei modi. Hanno immediatamente arrestato il 25enne, che continuava a minacciare di morte la sua famiglia. 

Minaccia di morte i genitori: maltrattamenti in famiglia

L’aggressore è un giovane di 25 anni, che al momento dei fatti era completamente ubriaco. Ora dovrà rispondere di minaccia aggravata e maltrattamenti in famiglia ai danni dei genitori, ma anche di danneggiamento, per aver colpito l’auto di suo padre con una sedia.

Il giovane è stato immediatamente bloccato dagli agenti, che hanno deciso di arrestarlo. La situazione rischiava di andare oltre e portare a qualche ferito, o peggio, per questo sono subito intervenuti per fermare questa serie di maltrattamenti. Purtroppo non si tratta dell’unico episodio ad Oristano. Arrestato anche un 28enne, che era già ai domiciliari, ma che era uscito in cerca di stupefacenti. Ha aggredito i suoi genitori, che gli avevano buttato via la droga. 

Minaccia di morte i genitori: tanti episodi di violenza ad Oristano

Due giovani, uno di 25 anni e l’altro di 28 anni, sono stati arrestati in pochi giorni per aver maltrattato, minacciato e aggredito la propria famiglia. Un altro uomo, finito ai domiciliari, si è reso responsabile di maltrattamenti nei confronti dell’ex compagna. L’uomo la perseguitava con telefonate continue e con appostamenti sotto casa. La donna ha denunciato e la polizia è intervenuta. “Dall’inizio dell’anno  è la quinta misura cautelare che la Polizia di Stato di Oristano esegue su disposizione della Procura della Repubblica per reati connessi a violenza di genere, maltrattamenti in famiglia e atti persecutori. La Questura in tutte le proprie componenti continuerà nell’impegno instancabile a tutela dei soggetti fragili, vittime di violenza e minori” ha spiegato la Questura di Oristano in una nota.

Contents.media
Ultima ora