×

Simula il proprio omicidio mentre è in Dad: studente di Salerno denunciato per procurato allarme

Simula il proprio omicidio durante la Dad: ragazzo di 20 anni manda in panico docente e colleghi universitari.

DAD

Simula il suo omicidio mentre è in Dad: paura durante una lezione universitaria a distanza. Autore dello scherzo uno studente di 20 anni che, inscenando un delitto contro la sua persona, ha mandato in panico docente e colleghi. Il ragazzo è stato denunciato dai carabinieri della compagnia di Salerno per procurato allarme.

È stato lo stesso professore, collegato da Roma per la lezione, a lanciare l’allarme dopo aver visto, in videocollegamento, una persona incappucciata che ha finto di colpire il 20enne con una pistola. Subito dopo il ragazzo è scomparso dallo schermo, gettando nel terrore quanti erano collegati in videolezione in quel momento. L’episodio è accaduto nella mattinata dello scorso 19 maggio.

Simula omicidio in Dad: docente lancia l’allarme

Il docente universitario, il professor Massimo De Carolis Prossedi (ordinario di Scienze politiche e della comunicazione) ha lanciato l’allarme dopo aver assistito alla macabra scena.

Il professore ha segnalato quanto accaduto ai carabinieri di Roma e ha spiegato tramite alcune dichiarazioni riportate da L’occhio di Salerno: “Gli ha sparato, dopo si vedeva solo la parete“. I carabinieri di Roma hanno dunque chiesto aiuto dei loro colleghi di Salerno. Gli accertamenti da parte dei militari hanno infine chiarito la situazione confermando come quanto macchinato dal 20enne fosse in realtà uno scherzo di cattivo gusto. Lo studente risulta essere iscritto presso l’università di Salerno.

Contro di lui è scattata una denuncia per procurato allarme.

Simula omicidio in Dad: le ricostruzioni degli inquirenti

Secondo quanto ricostruito dagli inqurienti, lo studente ha inscenato il suo delitto mentre era collegato in videolezione assieme al suo professore. All’improvviso nella stanza in cui si trovava il giovane è apparsa un’inquietante figura incappucciata, la quale ha sparato alcuni colpi di pistola contro il ragazzo. Lo studente è in seguito sparito dal videocollegamento alimentando i forti timori del docente e dei suoi colleghi universitari collegati in quel momento. Il docente ha quindi richiesto l’intervento dei carabinieri di Salerno.

Simula omicidio in Dad: rintracciato dai militari

Il ragazzo è stato subito rintracciato dai carabinieri, i quali hanno trovato il giovane nella sua abitazione in perfetta salute. Il 20enne ha spiegato ai carabinieri che quanto accaduto altri non era che uno scherzo organizzato da lui con una pistola a salve. I militari della stazione Salerno Fratte hanno denunciato il 20enne. Al momento si è al lavoro per identificare il complice dello studente.

Contents.media
Ultima ora