×

Sindaco di Foggia arrestato insieme a 4 amministratori: corruzione e tentata concussione

Sindaco di Foggia arrestato insieme a 4 amministratori. Corruzione e tentata concussione sono le accuse dirette al Primo Cittadino Franco Landella.

Foggia, Sindaco arrestato per corruzione e tentata concussione

Sindaco di Foggia arrestato insieme a 4 amministratori. Il Primo Cittadino dimissionario, Franco Landella (Lega), è finito in manette e posto agli arresti domiciliari con le accuse di corruzione e tentata concussione. Landella era stato eletto nel 2014 e riconfermato nel 2019, aveva poi rassegnato le dimissioni lo scorso 4 maggio 2021, a seguito degli arresti che hanno coinvolto due consiglieri comunali.

Istituita anche una commissione parlamentare chiamata a studiare gli atti amministrativi, al fine di valutare uno scioglimento per infiltrazioni mafiose.

Sindaco di Foggia arrestato per corruzione

Nell’ambito di un’inchiesta eseguita dalla Polizia di Stato e dagli agenti dello Sco – Servizio Centrale Operativo, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, il Sindaco di Foggia dovrà rispondere del reato di corruzione e tentata concussione nei confronti di un altro imprenditore, nel settore della pubblica illuminazione.

Coinvolti nell’indagine anche la moglie del Primo Cittadino pugliese, Iolanda Daniela Di Donna, dipendente comunale che fino a due settimane fa lavorava nell’ufficio di gabinetto del Sindaco. Per lei una misura di interdizione dai pubblici uffici, agli arresti domiciliari i consiglieri comunali di maggioranza Antonio Capotosto e Dario Iacovangelo, oltre a un imprenditore edile, per il reato di corruzione.

Oltre al Sindaco di Foggia arrestato, stretto collaboratore ai domiciliari

Leonardo Iaccarino, ex presidente del Consiglio comunale e imprenditore edile, si trova ai domiciliari dopo un arresto avvenuto il 30 aprile 2021 con le accuse di corruzione, tentata indizione indebita e peculato. A Capodanno suo figlio lo aveva ripreso con lo smartphone mentre sparava colpi di pistola dal balcone di casa, il video era diventato virale.

Come risultato delle indagini eseguite dalla Polizia di Stato e dagli agenti dello Sco – Servizio Centrale Operativo, il Sindaco di Foggia e la moglie hanno subito una perquisizione domiciliare lo scorso 1 maggio 2021. Durante il blitz sono stati sequestrati i loro telefoni cellulari e un totale di 7mila euro, soldi che Landella ha giustificato come destinata a fare “salvadanaio dei figli”.

Sindaco di Foggia arrestato: indagati i collaboratori

Tra gli indagati c’è anche l’ex assessore Bruno Longo, aveva ricevuto una tangente da 35mila euro da un imprenditore che si era aggiudicato l’appalto per l’archiviazione dei dati informatici del Comune. Liliana Iadarola è stata invece intercettata durante una conversazione con il compagno, Fabio Delli Carri, frequentatore di uomini legati alla batteria del clan Sinesi-Francavilla. I due parlavano del rischio di potenziamento del sistema di videosorveglianza e dell’interrogatorio al quale Delli Carri era stato sottoposto negli uffici dell’Antimafia.

Contents.media
Ultima ora