Sindrome da rientro dalle vacanze: come affrontarla e curarla
Viaggi

Sindrome da rientro dalle vacanze: come affrontarla e curarla

Per affrontare al meglio tutti questi sintomi è necessario sconfiggerli dalla radice. Bisogna accettare l'inevitabile.

Le vacanze, quel momento dell’anno in cui tutti stacchiamo la spina. La pace, la tranquillità, il mare. Purtroppo però, prima o poi finiscono. L’ inevitabile ritorno alla routine quotidiana è sicuramente un momento che va affrontato nel migliore dei modi per evitare la cosiddetta sindrome da rientro.

Sindrome rientro dalle vacanze: come affrontarla

La sindrome da rientro dalle vacanze non è considerata una vera e propria patologia ma piuttosto come un’insieme di condizioni di malessere che segnano i primi giorni in cui si ritorna nel luogo abituale di residenza.

I sintomi della sindrome da rientro dalla vacanze o dello stress da rientro sono molteplici e possono toccare sia la sfera psicologica che quella fisica, provocando danni da non sottovalutare. Riguardo i primi, i più diffusi sono: malinconia, tristezza, nervosismo, ansia sbalzi d’umore ed infine difficoltà di concentrazione. Per quanto riguarda invece i disturbi psicosomatici troviamo: disturbi digestivi, dolori muscolari, disturbo del sonno e cefalea.

Per affrontare al meglio tutti questi sintomi è necessario sconfiggerli alla radice.

Bisogna accettare l’inevitabile: le vacanze sono finite, è tempo di tornare a lavoro. Per iniziare, ad esempio, sarebbe corretto riprendere gradualmente gli impegni. Rientrate dalle vacanze uno o due giorni prima della fine della ferie per riabituarvi alla solita routine. Ritagliatevi del tempo per voi, dedicatevi a ciò che amate veramente. Curate l’alimentazione. Sembra un dettaglio da poco ma in realtà è fondamentale. Sforzatevi di fare dell’attività fisica, da sempre considerata un ottimo antidepressivo e ansiolitico naturale.

E per finire pensate e iniziate a pianificare le prossime vacanze. Non deve trattarsi per forza di un lungo periodo. Può trattarsi di un weekend all’aria aperta o di una visita ad una città. Come detto all’inizio, il trucco è coltivare il buon umore.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Bruto
Marco Bruto, nato a Milano l'11 novembre 1995, laureando in "Scienze Sociali per la globalizzazione". Ho effettuato un tirocinio presso TMS, gruppo specializzato nella gestione di testate giornalistiche. Completano il mio profilo una forte passione per il giornalismo, i viaggi, la cronaca e gli esteri.